Basket Champions League - Avellino non si ferma più: colpaccio a Ostenda 51-61

10.01.2018 20:30 di Alfonso Marrazzo  articolo letto 2283 volte
Basket Champions League - Avellino non si ferma più: colpaccio a Ostenda 51-61

Sfida da dentro o fuori per la Sidigas ad Ostenda. I lupi del basket primi in massima serie cercano il blitz in Belgio per ottenere il pass al secondo turno.

Filloy, Rich, Fesenko, Leunen e D’Ercole i cinque scelti da Sacripanti. Avellino in bambola nei primissimi minuti di gioco e non trova la via del canestro, solo Fesenko a referto. 9-2 Ostenda al 6’. Bomba di Mwewa, Ostenda prova la fuga. Sacripanti chiama sospensione. Il minuto fab bene ad Avellino che trova punti con Fitipaldo e Zerini, parziale di cinque a zero Avellino. Nonostante questo, Ostenda chiude avanti i primi 10’. 17-14.

Tripla di Zerini per il pareggio. Ostenda cavalca l’onda di Mwewa che sigla cinque punti di fila, Avellino cavalca quella di Zerini che trova altri due punti. Lasisi trova una tripla mortifera che proietta i belgi a due possessi di vantaggio (30-24 al 16’). Timeout per la Sidigas. Ancora una volta Avellino trova numeri importanti dopo il minuti di sospensione con la tripla di Rich e i due di Leunen. Lupi ad un solo punto dai belgi. Al termine del primo tempo sono due i punti da recuperare per i lupi. 31-29

Botta e risposta tra lupi e Ostenda con Fesenko e Lasisi. Regge il vantaggio belga dopo un mini break irpino di quattro a zero. Tripla di Filloy, Avellino ritrova percentuali importanti al tiro, due di Scrubb, Ostenda nel panico dopo uno zero su quattro ai liberi di Myers. Zerini firma il massimo vantaggio (37-45 al 26’). Il quarto si conclude con un solo punto per Ostenda. 38-45

Quattro punti in fila di Wells. Risponde la compagine belga con la tripla di Fieler. Avellino ribatte colpo su colpo, sette a zero grazie al duo Scrubb-N’Diaye (41-56 al 34’). Avellino regge l’urto grazie ai liberi di un ritrovato Bruno Fitipaldo. Due liberi per l’ex Capo D’Orlando, massimo vantaggio irpino (45-61 al 37’). I lupi non segnano più ma va bene così. Ostenda ne trova solo quattro. Avellino espugna il parquet belga, qualificazione di nuovo alla portata. 51-61 il finale.