VERSIONE MOBILE
 
 Domenica 25 Settembre 2016
EDITORIALE
App
Shop
  VS  
Avellino   Pro Vercelli
[ Precedenti ]
TUTTOAVELLINO AWARD - VICENZA-AVELLINO: CHI È STATO IL MIGLIORE?
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

EDITORIALE

Bucaro: due autogol, uno piu' clamoroso dell'altro

22.04.2012 20:38 di Rino Scioscia  articolo letto 1190 volte
Bucaro: due autogol, uno piu' clamoroso dell'altro

Avremmo voluto parlare di quanto espresso dal campo, specie alla luce del punto conquistato dai Lupi, la cui permanenza in terza serie ora ha anche la conferma della matematica. Ma francamente questo pomeriggio la nostra attenzione è stata catturata "obtorto collo" piu' da ciò che ha saputo "combinare" mister Bucaro, prima durante il match contro il Pavia, e, successivamente, nel dopo partita. Al 42' del primo tempo il tecnico palermitano decide frettolosamente di sostituire il capitano dell'Avellino D'Angelo, La decisione appare immediatamemente (sia agli occhi dei tifosi che a quelli della stampa) scevra da eventuali contenuti tecnico-tattici. L'unanime impressione è che Bucaro abbia voluto punire il guerriero di Ascea (che da tre anni sta dando l'anima per la maglia biancoverde) perchè un minuto prima aveva sbagliato un pallonetto che avrebbe potuto portare l'Avellino sul due a zero. La colpa che il tecnico avellinese ha attribuito a D'Angelo è stata che il capitano odierno non aveva ceduto la sfera a Zigoni che era tutto solo sulla sua sinistra. Insomma, signori cari, un banalissimo errore (se errore poteva essere stato, perchè a nostro avviso, forse D'Angelo avrà giudicato in posizione di fuorigioco il compagno) che in una partita c''è e ci può stare, senza che alcuno possa imputare niente. Ma, in ogni caso, al di là del merito tecnico, e della necessità o indispensabilità della sostituzione, che compete comunque all'allenatore, quel che a noi ha meravigliato (negativamente) è stata la tempistica e dunque la platealità della sostituzione. E si perchè il tecnico non ha tenuto conto di un particolare importante: mancavano appena due minuti all'intervallo, al rientro nello spogliatoio, nel chiuso del quale Bucaro avrebbe potuto avere la possibilità di tutti i chiarimenti possibili con il proprio calciatore, e magari decidere di fargli fare la doccia senza riproporlo nel secondo tempo. In  tal caso, forse in pochi avrebbero avuto da ridire qualcosa, magari giusto quelli che ritengono (come il sottoscritto, ma solo e soltanto per meri aspetti tecnico-tattici)) che un calciatore come D'Angelo è sempre difficile da sostituire. Il battibecco che si è generato tra il calciatore ed il suo tecnico all'atto della sostituzione è stata una scena certamente poco edificante, A nostro avviso Bucaro, con un pò di calma e buon senso, avrebbe comodamente potuto risparmiarla a tutti i tifosi biancoverdi.

Ma la ciliegina sulla torta il tecnico siciliano l'ha messa nel dopopartita, allorquando ha deciso di andarsene "insalutato ospite", senza degnarsi di passare per la sala stampa ed annunciare (magari motivando il suo atteggiamento) di non voler rilasciare alcuna dichiarazione. Invece, che non sarebbe venuto a parlare, ci è stato anticipato da alcuni colleghi, che, vedendolo passare dritto senza fermarsi nei pressi della sala stampa, gli hanno chiesto perchè non intendesse commentare la gara. Mister Bucaro ha risposto che non voleva dire niente perchè non era disposto a farsi insultare. Roba, francamente, che si commenta da sola e che la dice davvero lunga sul rispetto che questo tecnico ha per il lavoro degli operatori dell'informazione. Insomma,  Bucaro, a fine gara e quindi a freddo, invece di cercare di riparare al primo autogol fatto nella plateale e frettolosa sostituzione di D'Angelo, ne ha commesso un altro, ancora piu' clamoroso.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
 

UN PAREGGIO CARICO DI PAURA, URGE BOMBER DAL SANGUE FREDDO PER RISOLLEVARE L'AVELLINO

Un pareggio carico di paura, urge bomber dal sangue freddo per risollevare l'AvellinoUn pareggio carico di paura. Di timore di sbagliare, che ti frena nei momenti importanti della partita. Chiedere ad Ardemagni, ancora una volta protagonista in negativo, che tutto solo davanti a Benussi si è lasciato prima anticipare da Bogdan e poi ipnotizzare dal portier...

CAPPARELLA A TUTTOAV: "QUEL 6-0 AL VERONA FU "STRANO". L'AVELLINO NON HA NULLA DA TEMERE E CON ZEMAN..."

Capparella a TuttoAv: "Quel 6-0 al Verona fu "strano". L'Avellino non ha nulla da temere e con Zeman..."Una stagione e mezza ad Avellino dove è riuscito a farsi apprezzare notevolmente per le sue qualità tecniche....

REPESA: "AVELLINO FARÀ TANTA STRADA, ONORE A LORO E A NOI PER LA VITTORIA"

Repesa: "Avellino farà tanta strada, onore a loro e a noi per la vittoria"Le dichiarazioni di Jasmin Repesa, coach dell'Armani Milano fresca vincitrice della Spercoppa Italiana: "E'...

VICENZA-AVELLINO 0-0: ATTACCO BOCCIATO, ARDEMAGNI: ANCORA NO. DIFESA SOLIDA E OMEONGA SUGLI SCUDI

Vicenza-Avellino 0-0: attacco bocciato, Ardemagni: ancora no. Difesa solida e Omeonga sugli scudiL'Avellino non riesce ancora a vincere e pareggia 0-0 contro il Vicenza al Menti. Male l'attacco, bene stavolta la...

ASMAH VINCE LA QUINTA GIORNATA, POI BELLONI E DJIMSITI

Asmah vince la quinta giornata, poi Belloni e DjimsitiChiuse le votazioni anche per la quinta giornata di B, quella della sfortunata sconfitta interna contro il Cittadella. A...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 Settembre 2016.
 
Cittadella 15
 
Hellas Verona 13
 
Benevento 11*
 
Pisa 11
 
Spezia 10
 
Brescia 9
 
Carpi 9
 
Frosinone 8
 
Virtus Entella 8
 
Bari 8
 
Ternana 7
 
Ascoli Picchio (-1) 6
 
Pro Vercelli 6
 
Salernitana 6
 
Spal (-1) 5
 
Trapani 5
 
Novara 5
 
Cesena (-1) 5
 
Vicenza 5
 
Latina 4
 
Perugia (-1) 3
 
Avellino 3
Penalizzazioni
 
Benevento -1

   Editore: Dieffe Media Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI