Avellino-Cesena 1-1: Migliorini un leone, buon rientro di Ardemagni. Morero, peccato

 di Domenico Fabbricini Twitter:   articolo letto 1621 volte
© foto di Federico Gaetano
Avellino-Cesena 1-1: Migliorini un leone, buon rientro di Ardemagni. Morero, peccato

Avellino beffato al 95' dal solito Cacia dopo che con Moretti aveva trovato il meritato vantaggio al 90' su rigore. Di seguito le pagelle dei biancoverdi.

RADU - 6 - Inoperoso per 96 minuti, impegnato solo in un paio di uscite dopo il 90', viene beffato al 96' da un colpo di testa su cui non poteva fare niente.

MARCHIZZA - 6 - Pulito e ordinato, Novellino lo schiera da terzo centrale nella difesa a tre e se la cava senza sbavature, anche perché il Cesena crea ben poco per 90 minuti.

MIGLIORINI - 6,5 - Tra i migliori, giganteggia come al solito in difesa, ferma ogni tentativo di ripartenza cesenate, sfiora due volte il gol di testa evitato solo dai miracoli di Fulignati.

MORERO - 5,5 - Preciso e attento fino al 96', quando ha sulla coscienza il gol di Cacia che sfugge alla sua marcatura e insacca il gol del pari macchiando una prestazione altrimenti più che buona.

LAVERONE - 6 - Spinge con costanza sulla destra, diversi cross buttati in mezzo, la poca pericolosità del Cesena gli consentono di offendere più che difendere e partecipa bene alla fase offensiva.

DI TACCHIO - 6,5 - Solita partita di sostanza a centrocampo, ruba palla e riparte, tenta anche un paio di sortite offensive.

WILMOTS - 6 - Buon esordio del giovane belga che gioca con personalità e qualità. Col tempo va comprensibilmente spegnendosi non avendo i 90 minuti nelle gambe (15' st MORETTI - 6 - Entra un po' timido, sbaglia un calcio di punizione ma lentamente carbura e se non fosse per il pari di Cacia al 96' sarebbe l'uomo partita con il rigore trasformato al 90').

MOLINA - 6 - Gioca da interno di centrocampo, non esattamente il suo ruolo e infatti non riesce a dare il meglio di sé, sa esprimersi meglio da esterno confondendo l'avversario con i suoi cambi di passo, a centrocampo è sacrificato.

RIZZATO - 6 - Partita sufficiente, rientrava da un infortunio e gioca un'ora senza cali di concentrazione. Si spinge meno dal suo lato ma solo per una diversa inerzia di gioco. (32' st FALASCO - 6,5 - Spinge maggiormente e si procura il rigore del momentaneo vantaggio).

ASENCIO - 5,5 - Adombrato dalla presenza di Ardemagni al suo fianco, è meno ficcante in zona gol rispetto alle partite in cui ha giocato da punta unica, ma fa comunque un gran lavoro davanti lottando fino all'ultimo.

ARDEMAGNI - 6 - Novellino decide solo stamattina di schierarlo da titolare e l'attaccante non delude: colpisce un palo, si procura almeno un paio di occasioni salvate da Fulignati, gli manca solo il gol. (49' st DE RISIO s.v.).

ALL. NOVELLINO - 6,5 - Esce dal campo furioso per il calo di concentrazione al 96', dopo aver stressato tanto in settimana poprio tale concetto. Sorprende il Cesena con il 3-5-2 e ha il pallino del gioco per tutta la gara. Gioca solo l'Avellino, indovina i cambi se è vero che Falasco si procura il rigore e Moretti lo trasforma. Peccato per quella doccia fredda.

CESENA: Fulignati 7; Donkor 5, Esposito 5,5, Scognamiglio 5,5, Fazzi 6; Vita 5,5, Schiavone 5,5, Fedele 5 (19' st Cascione 5,5), Laribi 6 (30' st Kupisz s.v.); Jallow 6; Moncini 5,5 (15' st Cacia 7).