Pisa-Avellino 0-1, le pagelle: Laverone si scopre goleador, Djimsiti è sontuoso, Novellino leader

 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 2047 volte
Pisa-Avellino 0-1, le pagelle: Laverone si scopre goleador, Djimsiti è sontuoso, Novellino leader

All’Arena Garibaldi esulta solo l’Avellino. Laverone si scopre goleador, Castaldo ci mette lo zampino, Djimsiti sontuoso. Moretti, che sciocchezza! Le pagelle di Pisa-Avellino 0-1.

Radunovic 6,5 – Un solo vero intervento, quello su Peralta nella ripresa. Un gatto nel bloccare la sfera calciata dall’uruguaiano. Presente in uscita e attento sulle palle alte.

Gonzalez 6 – Tiene botta sulla destra su Masucci, gli lascia poco spazio e porta a casa una prestazione convincente.

Jidayi 6,5 – Rientro da protagonista. Sostituisce Migliorini nel migliore dei modi, gara senza sbavature. Non lascia spazio a Manaj, poi è costretto a uscire per infortunio.

Solerio (26’ st) 6 – Nel finale si occupa di proteggere la corsia mancina e lo fa bene. Importante il suo apporto.

Djimsiti 7 – Passiamo per essere ripetitivi, colpa sua che sfodera un’altra prestazione sontuosa. Ferma gli avanti del Pisa, poi blocca anche il subentrato Cani. Il solito muro invalicabile.

Perrotta 6,5 – Spinge e contiene. Attacca e pressa. E lo fa sempre bene. Piacevole sorpresa, sempre più una certezza del finale di stagione biancoverde.

Laverone 7,5 – Si scopre goleador, per il bene dell’Avellino. Guizzo da attaccante di razza, sfrutta la disattenzione di Di Tacchio per far saltare il banco. Anche senza gol avrebbe meritato un voto alto in pagella per la solita determinazione offerta.

Moretti 5,5 – Mezzo voto in meno per la palla persa nel finale con conseguente fallo che gli costa ammonizione e squalifica. Benino nel primo tempo, ma scompare nella ripresa anche perché l’Avellino si limita a ribattere le offensive pisane.  

Omeonga 6 – Parte maluccio, troppo falloso e troppi palloni mal calibrati. Poi, come sabato contro il carpi, carbura ed è importante nel rintuzzare le avanzate del Pisa.

D'Angelo (21’ st) 6 – Non è al meglio, per i postumi della gastroenterite. Ma dà il suo contributo all’Avellino quando c’è da far legna.

Lasik 6 – Prova discreta. Avrebbe potuto chiudere la gara, ma la fucilata sottomisura si è infranta sul volto di Ujkani.

Eusepi 6 – Si batte contro l’ex squadra. Nei primi minuti sembra abbia qualche conto in sospeso con i vecchi compagni. Si sacrifica molto, poi al momento della sostituzione riceve gli applausi dei tifosi pisani.

Castaldo (14’ st) 6,5 – In mezzora va alla conclusione solo dalla lunga distanza senza impensierire Ujkani, ma difende palla come pochi e conquista punizioni pesanti per far scorrere il cronometro. Novellino può godersi il suo numero dieci.

Ardemagni 6 – Corre tanto, lotta, fa a spallate con i difensori nerazzurri. Poco pericoloso in avanti, ma solito contributo per la squadra.

All.: Novellino 8 – Ogni parola può sembrare superflua. Il suo Avellino è una squadra che ha imparato a essere cinica e pragmatica. Condizioni necessarie per potersi salvare, considerate tutte le problematiche a cui ha dovuto fare fronte. Leader e condottiero.

Pisa (4-3-3): Ujkani 6; Golubovic 5,5 Lisuzzo 6 Milanovic 5,5 (25' st Lores Varela 5,5) Longhi 6; Verna 5,5 Di Tacchio 4,5 Angiulli 5 (7' st Peralta 5,5); Mannini 6 Manaj 4,5 (19' st Cani 5,5) Masucci 5,5. All.: Gattuso 5.