Eccellenza - Coppa Italia Nazionale: il Cervinara supera il Grumentum

27.02.2019 18:23 di Alfonso Marrazzo  articolo letto 739 volte
Eccellenza - Coppa Italia Nazionale: il Cervinara supera il Grumentum

Partono gli ottavi di finale della Fase Nazionale della Coppa Italia Dilettanti. Il Cervinara ospita in casa il Grumentum Val D’Agri, squadra che milita nell’Eccellenza lucana.

Pasquale Iuliano cambia le carte in tavola e schiera Napolitano in porta, Furno e Krivca sugli esterni, Cioffi e Conti al centro della linea difensiva. A centrocampo La Torre in cabina di regia supportato da Ricci e Fusco. Davanti Befi come vertice offensivo con D’Andrea e sinistra e Taddeo sulla destra del tridente.

Il Grumentum si schiera con Siani in porta, linea a quattro con Milano, Ambrosecchia, Pellegrini e Possidente per la difesa. Centrocampo composto da De Maio, Marra, Sgovio e Lo Bosco avanzato. Davanti Serritella e Scavone.

Dopo i primi minuti di studio, la squadra di Befi e compagni si fa vedere in attacco proprio con il capitano a tentate il tiro che finisce di poco fuori. Pochi minuti più tardi è ancora il numero 10 a provare a sbloccare il risultato, con un tiro che si perde tra le braccia di Siani. Al 28′ arriva il primo squillo degli ospiti con Serritella che prova ad impensierire il portiere dei caudini. Continui cambi di fronte nel match, con le due squadre che provano a portare il risultato dalla propria porta.  Il primo tempo, però, si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa Iuliano rafforza l’attacco inserendo Russolillo al posto di Conti, il Grumetum prova a superare la trequarti avversaria in una delle sporadiche folate della formazione biancazzurra, ma la difesa biancoceleste fa buona guardia, bloccando anche con le cattive. Al 59′ infatti Cioffi spende un giallo per mantenere inviolata la propria porta. Il match inizia ad incattivirsi e arriva il giallo anche per il Grumentum, in particolare per Marra che usa le maniere forti per fermare i caudini. Al 60′ Milano si fa vedere in avanti per il primo tiro della ripresa, ma Napolitano è bravo a bloccare tutto. Al 66′ arriva la mossa che risulterà poi vincente. Iuliano preleva D’Andrea inserendo al suo posto Petrone. Il match si consuma per lo più a metà campo, con le difese che primeggiano, ma l’inerzia cambia all’82’ quando proprio Petrone trova la via del gol bravo a sfruttare un cross al bacio di Taddeo. Il tecnico dei padroni di casa alza la diga in mezzo al campo inserendo Brogna al posto di Fusco e Guida al posto di Ricci per un forcing negli ultimi minuti. Da quest’ultimo arriva subito un tentativo dalla distanza che però si spegne sul fondo. Gli ultimi minuti sono accesi e a ritmi alti, perchè l’Audax vorrebbe allungare e mettere in sicurezza il risultato, mentre il Grumentum spinge alla ricerca del pari. Il risultato, però, non cambia più.

Una partita non ricca di emozioni, ma che vede la squadra di Iuliano avere la meglio sul Grumentum, anche nel fraseggio.