Eccellenza - La Virtus cade a Castel San Giorgio

10.03.2019 09:29 di Alfonso Marrazzo   Vedi letture
Eccellenza - La Virtus cade a Castel San Giorgio

La Virtus Avellino gioca un solo tempo contro il Castel San Giorgio e sciupa una grande occasione di mettersi definitivamente alle spalle il discorso Play Out. Vince e convince per tutto il primo tempo, chiuso con l’eurogol di Russomanno. Si smarrisce nella ripresa e subisce l’uno – due dei padroni di casa che chiuderanno il match con un sonoro 3-1. 

Ora per gli uomini di mister Criscitiello si prospetta un finale di stagione al cardiopalmo con 4 finali da giocare contro San Vito Positano, Solofra, Santa Maria Cilento e Battipagliese, con la prima e l’ultima gara da disputare in casa. La Virtus Avellino parte subito all’attacco con Cibele che stoppa la palla di petto e in corsa lascia partire un sinistro centrale che scalda i guantoni di Di Filippo al 1′, ma in generale gli irpini si dimostrano più arrembanti e nei primi 7 minuti collezionano 3 angoli frutto di altrettante scorribande in area avversaria. Al 16esimo il Castel San Giorgio si segnale solo per la prima ammonizione del match. Sul registro dei cattivi ci finisce Botta autore di un ingenuo intervento in ritardo su Robertiello in uscita. Al 20esimo break del CSG con Malafronte che svirgola da buona occasione. Altra occasione al 27esimo con Liguori che spizza in area di testa ma non riesce ad indirizzare in porta. Chiude il trittico di opportunità sprecate per i padroni di cada ancora Malafronte che da posizione ottimale spara alle stelle al 29esimo. La Virtus si affida ai due fari in avanti Cibele e Russomanno che fanno a sportellate senza però impensierire Di Filippo. Al 33esimo ci prova Botta ma, anche in questo caso la mira è imprecisa. Molto meglio tra il 35esimo e il 40esimo Modano che prima di sinistro chiama Di Filippo ad un grande intervento sul proprio palo destro e poi di destro impegna a terra il portiere rossoblu. Al 42esimo la Virtus si rende nuovamente pericolosa in area ancora con Modano che stavolta serve Russomanno che però perde il tempo per battere a rete. Il gol è nell’aria e arriva al 45esimo. Russomanno riceve direttamente da Robertiello sull’out di sinistra. Si accentra e lascia partire un destro di rara precisione e potenza. Di Filippo si allunga ma non può nulla. La palla finisce in rete e la Virtus passa in vantaggio allo scadere. Il secondo tempo del Castel San Giorgio inizia con Ferrentino e Iapicco che rilevano rispettivamente Siano e Liguori e la musica del match cambia subito spartito. La Virtus si salva al 51esimo grazie ad una prodigiosa scivolata di Trifone che nega a Malafronte il gol del pareggio. La Virtus fatica sulla fascia sinistra le scorribande dei due nuovi entrati e mister Criscitiello è costretto a richiamare Vincenzo De Maio per far posto a Petriccione, ma senza ottenere i risultati sperati. E infatti, un minuto più tardi il Castel San Giorgio pareggia proprio con Iapicco che indovina di destro l’angolo più lontano per Robertiello. La Virtus accusa il colpo pochi minuti dopo vede sfrecciare i padroni di casa sulla corsia di sorpasso. Iapicco pennella un cross per la testa di Malafronte che stavolta è implacabile e sigla il vantaggio del CSG.  Al 63esimo esce capitan Ferrara ed entra Maio. Al 67esimo esce Botta ed entra Cataldo. Risponde la Virtus sostituendo La Pietra con Caruso. Al 73esimo ammonito Cucciniello per proteste. La Virtus prova ad alzare i giri e toglie Trifone per Gaita passando alla difesa a 4. Al 80esimo esce anche Modano per Matteo De Maio, ma ormai i lupi non ne hanno più nella testa e nelle gambe. Al 82esimo Petriccione ferma con le brutte Cataldo. Dal piazzato Ferrentino è chirurgico e con l’aiuto del palo batte Robertiello fissando il risultato sul 3-1. Al 87esimo mister Criscitiello richiama in panca Cucciniello e manda nella mischia Nazzaro, ma ormai la gara rotola via verso la fine.