Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Avellino, 4-4-2 o 4-3-3? Intanto si sonda il mercato alla ricerca degli interpreti giusti

Avellino, 4-4-2 o 4-3-3? Intanto si sonda il mercato alla ricerca degli interpreti giusti

In base al modulo che si sceglierà bisognerà pescare i calciatori giusti: che siano prime punte o ali per giocare sugli esterni

Domenico Fabbricini

Con il passare dei giorni e l'avvicinarsi del ritiro, che prenderà il via tra circa un mese, comincia a delinearsi la fisionomia che avrà il nuovo Avellino. Di certo Braglia vorrà ripartire dalla difesa a quattro, mentre è ancora da sciogliere il nodo relativo all'attacco: 4-3-3 e quindi tre attaccanti, o 4-4-2? Il tecnico toscano sembra più orientato alla prima scelta, per avere un Avellino più offensivo (il problema del gol è stato il vero tallone d'Achille quest'anno) e più spettacolare, al massimo col trequartista se non si riusciranno a trovare le ali. Sì perché per proporre un 4-3-3 si dovrà cambiare prospettiva e passare da un modulo basato sulle prime punte a un modulo che prevede una sola punta centrale e due esterni alti rapidi e capaci di saltare l'uomo. Con l'addio di Fella e probabilmente Santaniello (molto vicino alla Turris), restano solo Maniero e Bernardotto, quest'ultimo molto corteggiato in C come abbiamo detto, e quindi già che si deve andare a rifondare il pacchetto avanzato si può scegliere direttamente ora su quale modulo puntare. Il problema ovviamente è trovare gli uomini giusti che possano interpretare il sistema di gioco che si andrà a scegliere. Maniero dovrebbe agire da punta centrale, come vice si segue, come detto, Murano, ma non solo visto che la trattativa è difficile. Anche Marotta della Juve Stabia è un profilo che piace. Bernardotto, se non sarà ceduto, potrebbe anche essere adattato esterno, lo ha già fatto anche se il fisico non è proprio quello di un'ala; potrebbe essere adattato Adamo in quel ruolo, sempre nel caso non partisse, e tornerebbe in auge il nome di Chiricò, esterno d'attacco già cercato dall'Avellino. Nel caso si giocasse con trequartista, invece, De Francesco potrebbe partire avvantaggiato in quel ruolo, anche se ne andrà preso almeno un altro sul mercato, e giocare con le due punte centrali, nel caso non si trovassero ali all'altezza.

Secondo SportChannel sarebbero stati fatti sondaggi anche per Lorenzo Rossetti, attaccante del Como che può giocare sia da prima punta sia da esterno, autore però nella scorsa stagione di un solo gol e un assist; e per Franco Ferrari, anch'egli al Como lo scorso anno ma in prestito dal Napoli, italo-argentino di 1 metro e 93, agile di testa, autore di 5 gol e un assist. Ovviamente siamo solo all'inizio e di sondaggi ce ne saranno tanti prima di arrivare a una trattativa vera e propria.

tutte le notizie di