Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Avellino, vincere è l’unica cosa che conta. Presentazione e probabile formazione

Avellino, vincere è l’unica cosa che conta. Presentazione e probabile formazione

L'Avellino cerca la vittoria per uscire dal tunnel dei pareggi, contro la Paganese. Si gioca alle 14.30 al Partenio-Lombardi.

Carmine Roca

Dopo i pareggi numero 6 e 7 in campionato, ottenuti sui campi di Andria e Catania, l'Avellino torna al Partenio-Lombardi, dove ha ottenuto gli unici due successi stagionali. Avversario odierno la Paganese, che da quando ha ingaggiato Grassadonia in panchina viaggia a un ritmo playoff (2-0 al Potenza nell'ultimo turno).

Piero Braglia, sempre in bilico, ma ancorato al suo scranno, abbracciato da tutta la squadra dopo il 2-2 di Silvestri segnato al Catania, recupera Maniero, Ciancio e Carriero per il derby con gli azzurrostellati, assolutamente da vincere, per non perdere ulteriori punti dal duo Bari-Catanzaro.

Il tecnico di Grosseto, privo di Kanoute squalificato e degli infortunati Scognamiglio e D'Angelo, dovrebbe ripresentare il 4-3-3 con Micovschi, in panchina a Catania, dal primo minuto, a comporre il tridente con il riconfermato Plescia, che si è sbloccato al Massimino e a Di Gaudio, in ombra nel match infrasettimanale.

Per il resto, davanti a Forte si muoveranno Ciancio e Tito sugli esterni e Dossena e Silvestri al centro. In mediana spazio a Carriero, Aloi e De Francesco, con i già citati Micovschi, Plescia e Di Gaudio in attacco. Nel caso in cui non si volessero rischiare Ciancio e Carriero dal primo minuto, si potrebbe ipotizzare la conferma del 3-4-3, con Bove assieme a Silvestri e Dossena in difesa e Rizzo sull'out destro a centrocampo.

 

PROBABILE FORMAZIONE

AVELLINO (4-3-3): Forte; Ciancio, Dossena, Silvestri, Tito; Carriero, Aloi, De Francesco; Micovschi, Plescia, Di Gaudio. A disp.: Pane, Pizzella, Rizzo, Bove, Sbraga, Mignanelli, Mastalli, Matera, Messina, Gagliano, Maniero. All.: Braglia.