Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Big scontenti e in scadenza: ma non doveva filare tutto nel verso giusto?

Big scontenti e in scadenza: ma non doveva filare tutto nel verso giusto?

Non si sblocca il capitolo rinnovi: le dichiarazioni di Tito, unite a quelle di Carriero, non lasciano spazio a immaginazione.

Carmine Roca

Le dichiarazioni di Fabio Tito, rilasciate ieri sera hanno nuovamente spostato l'attenzione sul capitolo rinnovi, piuttosto spinoso per l'Avellino.

L'esterno mancino, premiato ieri nel corso degli Italian Sports Award, alla domanda sul rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno 20220, ha rivelato di aver parlato con la società, ma anche che "non siamo vicini all'intesa. La società sa che voglio restare ma che a gennaio può succedere di tutto. Mi auguro che la società faccia un passo in avanti come ho fatto io, che si possa risolvere a breve e non andare per le lunghe".

Parole significative che seguono di qualche ora quelle pronunciate da Giuseppe Carriero, intervistato nel post-gara di Vibo Valentia. Il centrocampista, autore del gol vittoria, è in scadenza nel 2023, ma non ha nascosto un pizzico di insoddisfazione per la posizione in campo assunta fino a inizio stagione e non ha dato certezze sul suo futuro, annunciando: "Mercato di gennaio? Io sono tranquillo...". Ma su Carriero, secondo indiscrezioni, è forte l'interesse di un top team di Lega Pro.

Hanno mercato anche Aloi e D'Angelo. Il primo è stato scavalcato da Matera nelle ultime settimane dopo alcune prove poco esaltanti: piace al Modena e potrebbe andare via subito. L'altro, tornato sui livelli dello scorso campionato, già in estate avrebbe potuto lasciare Avellino destinazione Serie B (c'era la Ternana pronta a prenderlo dietro lauto compenso). Senza rinnovo, il club biancoverde rischierebbe di perderlo a zero euro e sarebbe davvero una beffa.

All'appello mancano, poi, De Francesco, per il quale difficilmente si discuterà il rinnovo del contratto, e Silvestri, pure lui in attesa di chiamata da parte della dirigenza irpina. Parliamo, dunque, di quattro titolari in campo domenica scorsa, più Aloi.

Tutto è ancora in evoluzione, quindi, mentre si avvicina la riapertura delle liste: dal 3 gennaio, ogni calciatore in scadenza sarà libero di accasarsi altrove. E qui tornano in mente le parole di Salvatore Di Somma che, lo scorso 29 settembre (quasi tre mesi fa...) dichiarò: “Ci sono rimasti da prolungare i contratti di Aloi, Carriero, D'Angelo e Tito. Non credo ci saranno problemi, tutto filerà per il verso giusto. Insomma.

tutte le notizie di