Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Braglia: “Ad Andria mi aspetto una gara degna della maglia che portiamo. La squadra ha lavorato bene”

Braglia: “Ad Andria mi aspetto una gara degna della maglia che portiamo. La squadra ha lavorato bene”

Le parole di Piero Braglia, tecnico dell'Avellino, in vista della gara contro la Fidelis Andria

Marco Costanza

Il tecnico dell'Avellino, Piero Braglia, ha commentato in conferenza stampa i temi in vista della gara di sabato contro la Fidelis Andria.

Queste le sue parole: "La squadra ha lavorato bene. Le insidie del cambio di allenatore si conoscono, dobbiamo andarci preparati, sappiamo che quando si cambia tecnico c'è sempre una reazione. Noi dobbiamo andare con le giuste motivazioni, fare la partita che dobbiamo, con energia, determinazione e qualità". 

Sulle 3 partite in una settimana: "Siamo concentrati sulla gara di domenica per ora, gara troppo importante da non sbagliare. Mi auguro che venga interpretata la gara come fatta con la Virtus Francavilla. Mi aspetto una partita degna della maglia che portiamo, dell'ambiente dove siamo, della società in cui giochiamo". 

Sui segnali della squadra: "Noi lavoriamo tranquillamente, i segnali sono positivi. Sono di una squadra che sta bene e che sta crescendo, il gruppo è compatto, grossi problemi non ne abbiamo avuti in settimana. Dobbiamo continuare così, tenendo presente che abbiamo tre partite e qualche rotazione ci potrà essere. Piano piano anche i nuovi si stanno ritagliando gli spazi che meritano e tutti daranno una mano a questa squadra". 

Le gerarchie: "Io alleno un gruppo di 23-24 persone, chi dimostra di star bene gioca. Qui nessuno ha il posto assicurato, chi mi dimostra meglio in allenamento gioca". 

Su Gagliano: "E' un ragazzo di spessore, che sta crescendo, ma che può dare ancora tanto. Forse quel gol alla Juventus non gli ha fatto molto bene. Lo sto vedendo bene, continuerà a darci una mano". 

Su Aloi: "Nessuno fa a posta a rendere meno o di più. E' chiaro che tutti gli anni non sono uguali. Alcune volte non si riesce a capire il perchè di questi sbalzi di rendimento. Da Aloi mi aspetto molto, così come da tutti gli altri. In questo momento De Francesco sta facendo bene e mi aspetto che continui così". 

Su Kanoute e Scognamiglio: "Non saranno in panchina, devono recuperare al massimo per poterli rischiare". 

Su Matera e Mastalli: "Stanno bene, Mastalli non gli ho visto sbagliare un allenamento. Il problema è che non voglio abbassarmi troppo. Giocando a 4 abbiamo già perso un saltatore e non vorrei abbassare la squadra ulteriormente". 

Sul momento: "Siamo a tre punti del secondo punto, se diamo continuità ai risultati possiamo presto ritrovarci dove dobbiamo essere. Ora c'è l'Andria, che vuole fare risultato come noi domenica scorsa. Dobbiamo prepararci bene, è un campo difficile, complicato, vengono dal cambio di allenatore e sono motivati. Dobbiamo essere concentrati al massimo su questa partita, poi penseremo al Catania e alla Paganese". 

 

 

 

tutte le notizie di