Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Braglia: “Credo in questa squadra. Dobbiamo solo sbloccarci. Turnover? No, pensiamo a vincere”

Braglia: “Credo in questa squadra. Dobbiamo solo sbloccarci. Turnover? No, pensiamo a vincere”

Le parole di Piero Braglia, tecnico dell'Avellino, in vista della gara con il Potenza

Marco Costanza

Piero Braglia, tecnico dell'Avellino, ha commentato in conferenza stampa la marcia di avvicinamento dei lupi alla sfida di domenica alle 14.30 contro il Potenza. 

Queste le sue parole: "Il Potenza è una squadra che si chiude bene, hanno fatto 4 ottime gare, due pareggi con Bari e Catanzaro, a Foggia erano sul pari fino a un quarto d'ora dalla fine, poi si sono aperti e hanno preso 3 gol. Hanno una squadra ben strutturata, fisica, che corre, noi veniamo da 4 pareggi di fila e cercheremo di ottenere il primo successo". 

Sul momento dei lupi: "Questa squadra, ha sbagliato il primo tempo con il Campobasso. Poi ha sempre comandato il gioco. Ci manca anche un briciolo di fortuna, ma la qualità del gioco c'è. Ci serve maggiore cattiveria e determinazione. A Monopoli abbiamo fatto una buona gara, ci manca anche un pizzico di fortuna. L'anno scorso vincevamo partite anche con rinvii sbagliati da centrocampo e da autoreti, quest'anno pali, traverse, pure se entriamo con la palla in porta non segniamo. E' un momento. Speriamo possa essere superato presto". 

Sull'atteggiamento tra gare in casa e in trasferta: "Con il Campobasso abbiamo toppato il primo tempo, il secondo tempo abbiamo fatto bene e con il Latina abbiamo fatto almeno mezz'ora di ottimo livello, poi ci siamo complicati le cose con quell'espulsione. Sono episodi che ci condannano. Sarà la terza partita che faremo in casa, dovrebbe rientrare e anche la Curva e ci teniamo a far bene. Dobbiamo fare la stessa gara con il Monopoli, con determinazione e fame. In Coppa Italia non voglio neanche commentare, con l'Ancona Matelica, non ci siamo proprio stati, per noi era un buon allenamento, ma l'abbiamo fatto male. Sarebbe anche ora di svoltare". 

Sul centrocampo: "Aloi, Carriero e D'Angelo sono importanti ma anche i nuovi, visto che Mastalli si comporta sempre bene, così come Matera e De Francesco". 

Su Maniero: "Sta bene, deve continuare a lavorare, così come Plescia, Gagliano e Messina. Nessuno si dimentica di Messina. Tutti sono importanti per me". 

Sulla rosa: "Abbiamo una rosa adeguata per fare un campionato di vertice. Ne abbiamo le possibilità, abbiamo le alternative valide in tutti i ruoli. Non cambio idea dopo 4 pareggi, l'organico è attrezzato per fare il campionato che dobbiamo fare". 

Su Bove e la difesa a tre: "Bove sta facendo bene. Noi stiamo lavorando su due moduli dal ritiro di Roccaraso. Non ci cambia la sostanza e ci manca un giocatore come Micovschi. Sui moduli non ho problemi, sia a 3 che a 4. Cambiamo a seconda dell'avversario anche". 

Sul problema del gol: "Io credo in questi giocatori, sono tranquillo, sono sicuro che si sbloccheranno quanto prima. A creare creiamo, Kanoute sta facendo bene, è un ragazzo generoso, corre ovunque, calta l'uomo, crea spazi. Io credo che questa squadra possa darmi soddisfazioni". 

Su Micovschi: "I tempi di recupero non so dirli. Non voglio forzare nessuno, non vogliamo ripetere gli stessi errori fatti con Errico, in particolare dal sottoscritto. Non voglio forzare nessuno e rischiare di perderli per un anno come Errico l'anno scorso". 

Sui cross: "Spesso non scegliamo bene il tempo dell'attacco alla porta. I cross li mettiamo spesso con Tito, certo, qualcosa sbagliamo, altrimenti, non avremmo 4 punti ma 12". 

Turnover: "No, ora dobbiamo vincere, dobbiamo recuperare fiducia e morale, per noi stessi e per gli altri. Poi inseriremo qualcuno che merita di giocare. Ma ora, pensiamo a vincere". 

 

 

 

tutte le notizie di