Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Braglia: “Siamo stati dei polli. Primo posto? Io non ne ho mai parlato. Ho sempre parlato di terzo posto a salire…”

Braglia: “Siamo stati dei polli. Primo posto? Io non ne ho mai parlato. Ho sempre parlato di terzo posto a salire…”

Le parole di Piero Braglia che commenta il pareggio tra Avellino e Foggia

Marco Costanza

Piero Braglia, tecnico dell'Avellino, ha parlato in conferenza stampa dopo il pareggio tra Avellino e Foggia al Partenio.

Queste le parole del tecnico biancoverde: "Le partite si giocano fino al 95', si sapeva. Abbiamo gestito male la situazione finale, l'arbitro sfortunatamente non ha visto un loro fallo di mano, ma ci sono state delle serie di ingenuità da parte nostra, ma dispiace solo per il risultato perchè oggi avremmo recuperato punti a tutti". 

Colpo psicologico: "Siamo incazzati è chiaro, ora bisogna fare le persone intelligenti e tenere questa arrabbiatura per mercoledì. Dobbiamo essere pronti a preparare la gara, riconvertendo la rabbia in cattiveria e fare una buona partita mercoledì". 

Sul gol finale: "Ci sono state una serie di cose, abbiamo fatto una serie di imprecisioni, siamo stati veramente dei polli. La squadra però a  me piaciuta, ha lottato con determinazione, con carattere ma il calcio va così, saremmo stati più contenti tutti". 

Su Aloi: "E' un giocatore importante, che se entra in determinato modo, è un valore aggiunto. Maniero? Se è in giornata ti vince le partite da solo, chi dice che Maniero non è un buon giocatore, di calcio ne capiscono poco". 

Sulle parole di Zeman: "Sono contento che si dicano alcune cose, a me mi sembra che si vada molto oltre a volte. Io riconosco che lui le cose le fa molto bene, io non le voglio far fare. Quando ci incontriamo, lo saluto con estremo piacere. Lui è arrivato in Serie A, io no, ma non sono invidioso. Questi sono campionati dove bisogna essere belli, ma anche concreti, qui ti chiedono i risultati e se non arrivano sono problemi". 

Errore di Forte sul gol: "No, è stato un diagonale forte, non ci poteva arrivare. Noi però avevamo due giocatori fuori, loro sono stati bravi ad approfittarne". 

Campionato delle occasioni perse: "Non ho mai parlato di primo posto. Io sono convinto che questa squadra possa fare dal terzo posto in su. Non sono presuntuoso, l'ho sempre detto, poi se il presidente parla di primo posto è diverso e se non sono contenti mi dispiace dei tifosi e della società. Ma va così". 

tutte le notizie di