Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Carriero: “Non mi rimprovero nulla di quanto fatto fino ad ora. Il lavoro presto porterà i suoi frutti”

Carriero: “Non mi rimprovero nulla di quanto fatto fino ad ora. Il lavoro presto porterà i suoi frutti”

Le parole di Giuseppe Carriero, centrocampista dell'Avellino, sul momento in casa biancoverde

Marco Costanza

Giuseppe Carriero, centrocampista dell'Avellino, ospite della trasmissione Contatto Sport, di Prima Tivvù, ha parlato del  momento in casa biancoverde, de suo infortunio e di tanti altri temi.

Questi i passaggi più importanti: "Sto bene, spero di essere già partecipe della trasferta di domenica, ho provato in tutti i modi ad esserci già con la Paganese, ma ora ce la metterò tutta per esserci a Palermo. Veniamo da una vittoria importantissima con la Paganese, abbiamo fatto bene, loro si sono difesi con ordine nel primo tempo ma siamo riusciti nella ripresa a sbloccarla e a vincerla con merito. Speriamo che possa essere una vittoria che possa rilanciarsi". 

Sull'inizio difficile: "Io posso dire che la squadra ha sempre prodotto tanto, anche rispetto all'anno scorso. Magari la scorsa stagione, al primo rimpallo, la palla entrava, con tiri anche da centrocampo. Quest'anno, anche con un po' di sfortuna, abbiamo faticato a segnare, non sto a contare tutti i pali presi. Purtroppo non è andata bene come in passato e poi, quando inizi a non vincere, la pressione aumenta e si può entrare in un tunnel complicato". 

Sull'atteggiamento: "Io quando gioco a calcio do tutto. Non mi rimprovero il fatto di avere qualche volta degli eccessi di rabbia, se vedete in carriera ho preso solo due espulsioni. Non è che sono violento. Io quello che facevo l'anno scorso lo sto facendo quest'anno. Non mi rimprovero, perchè sono orgoglioso del mio lavoro e di quello dei miei compagni e sono certo che prima o poi il lavoro pagherà". 

Su Di Gaudio: "E' un giocatore che c'entra poco con questa categoria, bravissimo ragazzo, umile, che può fare la differenza. Io ho avuto di lavorare con lui anche a Parma. Sono felice di averlo ritrovato. Può crearti la palla gol in qualsiasi istante, viene sempre raddoppiato o triplicato. E' un trascinatore". 

Sulla condizione: "Ho fatto un po' di fatica all'inizio perchè erano 2-3 anni che non facevo il ritiro. Poi sono entrato in condizione, e prima dell'infortunio ho fatto buone gare. L'anno scorso anche con il Covid non mi sono abbattuto e quindi non vedo perchè abbattermi ora". 

Su Gagliano: "Ha grandi colpi, è di poche parole, ma è un ottimo attaccante. Ha grandi qualità e data la giovane età può fare davvero grandi cose in futuro. Per noi è una risorsa importante". 

Sul Palermo: "Sarà una grande partita, si sfidano due piazze importanti, due tifoserie calde. Io spero di recuperare al 100% e di poter essere protagonista in campo. Dopo la vittoria con la Paganese spero possa essere la prova del nove per noi. Fella? Un grande amico, felice che si sia sbloccato dopo un inizio non facile. Ancora non ci ho parlato. Sarà un bel duello". 

Sugli scontri sul raccordo AV-SA: "Sono gesti da condannare, i responsabili devono pagare". 

 

 

tutte le notizie di