Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Di Somma: “Non c’è nessun caso Sbraga. Catanzaro? Mi auguro non ci siano gli episodi visti col Catania”

Di Somma: “Non c’è nessun caso Sbraga. Catanzaro? Mi auguro non ci siano gli episodi visti col Catania”

Le parole del ds dell'Avellino, Salvatore Di Somma, in vista della sfida con il Catanzaro e sul caso Sbraga-Braglia.

Marco Costanza

Il direttore sportivo dell'Avellino, Salvatore Di Somma, ha parlato in conferenza stampa, spiegando alcuni temi in vista della gara con il Catanzaro, parlando anche del casi Sbraga e di tanti altri temi.

Queste le sue parole: "Volevo precisare la questione Braglia-Sbraga, non ci sono problemi tra nessuno, le scelte di Braglia sono scelte tecniche. Quando i calciatori non giocano c'è un attimino di tensione, ma finisce lì. Io so con certezza che Braglia ha parlato con Sbraga. Ora a voi non so cosa ha detto dopo la partita. Forse c'è stato un malinteso, ma posso assicurare che non ci sono polemiche e problemi tra le parti". 

Il futuro di Sbraga: "Il rapporto è stato recuperato, Sbraga è di proprietà dell'US Avellino e penso che a breve sarà preso in considerazione dal mister". 

Sulla Curva Sud: "Anche Aloi lo ha spiegato, c'è stato un equivoco. Io gli avevo detto di andare dalla Curva, poi pensavo se ne fossero dimenticati. Ma non c'è stato alcun problema".

Sul mercato: "A Castellammare doveva giocare Micovschi, poi ha avuto un problema e ha giocato Di Gaudio. Di Gaudio, Micovschi e Kanoutè non hanno fatto la preparazione con noi e questo ci ha pesato. Sono in fase di recupero tutti e tra qualche giorno faranno parte del gruppo squadra". 

Sul Catanzaro: "Partita difficile ma non determinante, essendo solo alla sesta. Sono una squadra allestita per vincere il campionato, mi auguro che non si verifichino gli episodi visti con il Catania. Quel rigore dato è davvero incredibile, così come con il Potenza". 

Operazione risalita: "E' stata una vittoria importante con il Potenza. Vogliamo dare continuità. Io credo che nel momento che recupereremo tutti, avremo una squadra competitiva per far bene". 

Sui rinnovi: "Ci sono rimasti da sistemare solo Aloi, Tito, Carriero e D'Angelo. Problemi non ce ne sono". 

tutte le notizie di