copertina

Di Somma: “Offesi dai tifosi del Padova. Siamo civili, avranno un’accoglienza splendida al Partenio”

Il direttore sportivo dell'Avellino, Salvatore Di Somma, ai microfoni di TuttoC è tornato sugli episodi controversi, dentro e fuori dal campo, durante Padova-Avellino: “Non capisco perché Sogliano e Mandorlini se la...

redazione TuttoAvellino

Il direttore sportivo dell'Avellino, Salvatore Di Somma, ai microfoni di TuttoC è tornato sugli episodi controversi, dentro e fuori dal campo, durante Padova-Avellino: “Non capisco perché Sogliano e Mandorlini se la prendano con gli arbitri. Ho visto un Mandorlini sempre nervoso e fuori dall’area tecnica. Mi duole constatare che nessuno ha rimarcato l’atteggiamento bruttissimo dei tifosi del Padova: siamo nel 2021 e sentiamo ancora termini come “terroni” e “terremotati”. Ci squalificano per una presunta bestemmia, poi tacciono rispetto a queste vergognose discriminazioni.

Dopo un anno e mezzo riaprono gli stadi e cosa fanno? Non incitano la squadra per offendere i meridionali? Veramente una pagina triste per lo sport. Tornando all’arbitraggio, è l’Avellino ad essere stato penalizzato. La cosa più assurda è stata quella di mandare i nostri calciatori in tribuna assieme ai tifosi del Padova che hanno offeso e minacciato i nostri tesserati. Siamo dei signori e siamo i primi a voler stemperare la tensione, avranno un’accoglienza splendida al Partenio come accaduto a tutte le nostre avversarie. Vogliamo dimostrare di essere una città civile. Ma se poi si lamentano è necessario replicare. Della Latta doveva essere ammonito e quindi espulso per doppio giallo per fallo su Maniero, il rigore che il direttore di gara ci ha fischiato era nettissimo. Ora non abbassiamo la guardia e concentriamoci esclusivamente sul match di ritorno che mette in palio una bella fetta di serie B”.