copertina

Di Somma: “Braglia accontentato in tutto, la squadra ha chiesto di confermarlo”

Di Somma: “Braglia accontentato in tutto, la squadra ha chiesto di confermarlo”

Il direttore sportivo biancoverde ha parlato in conferenza stampa sul momento della squadra e sulle scelte condotte sul mercato.

Carmine Roca

Accanto al presidente D'Agostino, si è accomodato il direttore sportivo Salvatore Di Somma. Ecco le sue dichiarazioni sul momento della squadra e sulle scelte di mercato.

"Siamo convinti di sbrogliare la matassa, per quanto riguarda l'allestimento della squadra, in tutte le situazioni abbiamo cercato di accontentare Braglia, in base ai sistemi di gioco. Inizialmente mi ha detto di voler giocare con il 3-4-3 o con il 4-3-3 e sono convinto di aver preso i calciatori giusti per giocare con questi moduli. Rifarei le stesse cose, senza ombra di dubbio. Abbiamo accontentato Braglia in tutto e per tutto.

Scognamiglio e Sbraga sono stati presi per alternare i due sistemi di gioco. Il 3-5-2 è necessario per gli infortuni di Di Gaudio, Micovschi e Kanoute. Braglia si è ritrovato costretto a mettere qualche giocatore in ruoli non propri, ma solo durante il ritiro è venuta fuori l'intenzione di cambiare e adottare quei due sistemi di gioco. C'è stata la telenovela di Micovschi, i tempi si sono allungati notevolmente, mentre Di Gaudio è arrivato a fine mercato. Purtroppo non c'erano gli esterni che volevamo portare ad Avellino. Avevamo contattato e trattato Chiricò, ma le cifre erano alte. Gli obiettivi iniziali erano Micovschi e Kanoute, Di Gaudio è venuto dopo, ma Braglia non ha mai avuto la possibilità di averli tutti a disposizione. Di Gaudio è recuperato, Micovschi è pronto, quindi si potrebbe giocare come vorrebbe Braglia.

Plescia? Era richiesto da tante squadre, sta soffrendo con un'infezione che lo sta penalizzando moltissimo. Non può esprimersi come sa, perché gli ha portato un senso di debolezza. Ora sta bene e può giocare sabato. Lo ritengo un attaccante importante. Abbiamo quattro attaccanti importanti: Maniero, Plescia, Gagliano e Messina. Di Gaudio non veniva da infortuni pregressi, non inventiamoci niente, non abbiamo preso calciatori rotti. Semplicemente è arrivato mercoledì, a Castellammare non doveva giocare, poi Micovschi si è fatto male all'ultimo momento e Braglia ha dovuto rischiarlo. Lui gli ha detto che stava bene, un'ora l'avrebbe potuta sostenere, ma gli mancava preparazione in gruppo. Sono situazioni che si verificano, non hanno colpe l'allenatore e lo staff medico.

Dissi che avremmo preso due attaccanti di spessore? Sì, ma era giugno e dovevamo fare il 3-5-2, ma Braglia ci ha comunicato di cambiare il modulo. Il mercato l'abbiamo fatto in sintonia, ma in quel momento non avevamo ancora incontrato Braglia, quindi forse è stato un errore mio. Non c'è nessun colpevole, i risultati non sono arrivati, ma l'unica partita che abbiamo toppato, dove mi sono vergognato, è stata domenica a Viterbo. Contro il Campobasso abbiamo sbagliato il primo tempo, ma nella ripresa abbiamo preso due pali. A Castellammare avremmo meritato di più, col Latina siamo rimasti in dieci uomini, ma nella ripresa c'abbiamo messo voglia per vincere la partita. Col Catanzaro il mister ha scelto di cambiare strategia, sperando di far venire fuori l'avversario per colpirlo di rimessa. Ma anche in questo caso, nonostante una prova non eccelsa, abbiamo avuto delle occasioni per vincerla. Ci può stare il pareggio col Catanzaro, l'unico flop è stato col Monterosi, una squadra modesta e in dieci uomini.

Alcuni calciatori sono venuti in sede a parlare con il presidente. Loro sono legati all'allenatore, soprattutto chi c'era l'anno scorso. Si sentono responsabili del momento, ci hanno chiesto di tenere Braglia, perché sono convinti che ci sarà una svolta. Ma non hanno deciso niente, le decisioni le ha prese la società. Braglia è consapevole di aver commesso qualche errore, li facciamo tutti e ci confortiamo a vicenda. Ma è anche consapevole di poter dare una svolta a questa stagione. La scelta di confermare Braglia è condivisa con il presidente".

tutte le notizie di