Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Il pagellone di TuttoAv del girone di andata: Kanoute il migliore, ecco promossi e rimandati

Il pagellone di TuttoAv del girone di andata: Kanoute il migliore, ecco promossi e rimandati

Il senegalese è risultato il miglior biancoverde del girone di andata. Sul podio Silvestri e Matera. Ecco promossi e rimandati.

Carmine Roca

Il girone di andata del campionato di Lega Pro si è chiuso ieri, con un pareggio per 2-2 contro il Foggia, maturato nelle battute finali (gol di Ferrante al 94').

Come ogni anno stiliamo il pagellone di fine girone, con il giudizio di metà campionato assegnato a ogni calciatore sceso in campo finora, in base ai voti di TuttoAvellino. Per fare classifica, abbiamo conteggiato solo i calciatori che hanno preso il voto in almeno 8 occasioni.

Non entrano in graduatoria: Sbraga (solo 2 gare valutabili), Scognamiglio (2 gare) e Messina (una gara).

Partiamo subito con il podio. Il miglior biancoverde del girone di andata, secondo TuttoAvellino, è Mamadou Kanoute con un 6,32 meritato in 14 gare valutabili. A seguire c'è Luigi Silvestri, secondo con 6,25 ottenuto in 16 gare giocate. Sul gradino più basso del podio sale, a sorpresa, Matera, venuto fuori alla distanza con un 6,19 in 8 gare valutabili.

L'ex Cavese ha soffiato la terza piazza a Dossena, quarto, con 6,18 in 17 giornate; Tito, quinto con 6,12 in 17 gare e Maniero sesto con un 6,11 in 13 gare. Oltre la soglia della sufficienza ha chiuso Forte, settimo con un 6,08 di media voti in 19 partite disputate (l'unico ad aver sempre giocato nel girone di andata). Ottava piazza per Gagliano, meritevole di un 6,05 in 9 gare, complici le tre reti segnate.

E con l'attaccante in prestito dal Cagliari terminiamo le note liete del girone di andata.

Sotto la sufficienza troviamo 12 calciatori, chi con insufficienze gravi e chi con valutazioni di poco al di sotto del "6". Nono posto per Di Gaudio, che non è andato oltre il 5,93 in 14 gare e decima posizione per Bove, che ha chiuso il girone con un 5,92 in 12 presenze.

Sorprendono l'undicesima e la dodicesima posizione meritate rispettivamente da Ciancio (5,82 in 14 gare) e da D'Angelo (5,81 in 16 presenze). Dietro troviamo Plescia, tredicesimo con 5,80 in 10 gare e poi ancora Rizzo, quattordicesimo con 5,75 in 8 gare e Aloi, in quindicesima posizione con 5,71 in 14 giornate.

Ha deluso Carriero, che ha pagato cara l'assurda espulsione rimediata contro il Latina (3 in pagella, il voto peggiore del girone): si è fermato a un 5,67 in 12 presenze. Stessa valutazione per De Francesco, con uguale numero di gare giocate.

Chiudono la classifica i peggiori tre della prima parte di campionato: Mastalli (5,62 in 8 gare), Micovschi (5,58 in 13 giornate) e Mignanelli (5,44 in 9 gare).

Rimandato pure Braglia, con un 5,89 in 19 giornate (contro la Vibonese in panchina sedeva De Simone).

tutte le notizie di