Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

L’Avellino all’esame di boemo: presentazione e probabile formazione

L’Avellino all’esame di boemo: presentazione e probabile formazione

I biancoverdi cercano il dodicesimo risultato utile consecutivo contro il Foggia dell'ex Zeman. Ecco le probabili scelte di Braglia.

Carmine Roca

Tra l'Avellino e le posizioni di vertice della classifica si staglia la figura del Foggia di Zdenek Zeman, ex poco rimpianto in terra irpina per quella retrocessione maturata al termine della stagione 2003-2004, con Pasquale Casillo presidente. Braglia e Zeman, l'uno contro l'altro, due degli allenatori più esperti di questo campionato.

Si sfideranno col 4-3-3? Molto probabile. Se è sicuro quello del boemo, questo modulo è tra le ipotesi più accreditate per il tecnico di Grosseto, privo dello squalificato Carriero. D'altronde, è questo l'unico vero dubbio: chi sostituirà l'ex Parma e Monopoli a centrocampo?

Potrebbe finalmente toccare a Mastalli, che non si vede titolare da un po' di tempo. L'alternativa è De Francesco, mentre è sicuramente più staccato Aloi, per caratteristiche tecniche. Nel 4-3-3 di partenza c'è ovviamente posto per Forte, titolare inamovibile nel girone di andata.

Il portiere sarà protetto da Ciancio, Dossena, Silvestri e Tito, con gli ultimi due reduci dalla firma sui rispettivi rinnovi fino al 2024. A centrocampo, detto di Mastalli, candidato principale per giocare nello spot di mezzala destra, in mezzo toccherà ancora a Matera, mentre sul versante mancino spazio a D'Angelo. In attacco Kanoute è imprescindibile, Di Gaudio si muoverà a sinistra, ai lati di Maniero.

 

PROBABILE FORMAZIONE

AVELLINO (4-3-3): Forte; Ciancio, Dossena, Silvestri, Tito; Mastalli, Matera, D'Angelo; Kanoute, Maniero, Di Gaudio. A disp.: Pane, Rizzo, Bove, Sbraga, Scognamiglio, Mignanelli, Aloi, De Francesco, Micovschi, Plescia, Gagliano. All.: Braglia.