Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

ex biancoverdi

Capuano: “Contestare Braglia dopo due giornate è ingeneroso. Per dare giudizi bisogna attendere 7-8 partite”

Capuano: “Contestare Braglia dopo due giornate è ingeneroso. Per dare giudizi bisogna attendere 7-8 partite”

Le parole dell'ex tecnico dell'Avellino, Eziolino Capuano, in merito all'inizio dei lupi in campionato

Marco Costanza

Intervistato da Radio Punto Nuovo, Eziolino Capuano, ex allenatore, tra le altre, dell'Avellino, ha parlato in merito alla partenza dei lupi in campionato e del girone C di Lega Pro.

Queste le sue parole: "Purtroppo nel calcio si dimentica in fretta, i risultati, i bei momenti passati e quant'altro. Di Avellino ricorderò tutto con affetto, sono stato alla grande e sono andato via con tante lacrime. Ma si va avanti". 

L'inizio dei lupi: "Ingeneroso iniziare a mugugnare contro il tecnico o la società. La squadra è forte, ha giocatori notevoli per la categoria. Braglia è un allenatore forte e penso abbia la giusta esperienza per passare sopra a queste cose. E' un campionato difficile, penso che non ci sarà la squadra schiaccia campionato come la Ternana la scorsa annata. Ho visto il Catanzaro l'altra sera a Picerno e non mi ha fatto questa grande impressione. Ma siamo solo all'inizio. Io penso che Bari, Avellino, Catanzaro e Palermo lotteranno per vincere il campionato". 

Squadra che ha ben impressionato: "Il Palermo mi ha fatto un'ottima impressione, l'ho vista alcune volte, mi ha davvero colpito. Ma ripeto, se non passano 7-8 partite, è difficile fare delle analisi giuste. Anche se ci sono società che non ti aspettano, vedi a Pagani, che hanno cambiato allenatore dopo 2 partite. Quando accade questo è un fallimento della società. Come fai a mettere in discussione un allenatore dopo due partite. Allora, o non ci hai mai creduto o ci sono state rotture interne che non è dato sapere". 

Sul mercato: "Penso che il dopo Covid abbia dato entusiasmo alle squadre. Quest'anno si è speso. Sono stati fatti investimenti importanti. Monopoli, Francavilla, Fidelis Andria, Paganese, hanno fatto investimenti importanti. Senza citare Avellino, Bari e Catanzaro. Quest'anno è stato un mercato movimentato". 

Sui lupi: "Io penso che sia anche un discorso di preparazione. Se vedete l'anno scorso, si è finito male, arrivando cotti alla fase finale, questo perchè la preparazione iniziale non avendola fatta, visto che il ritiro fu fatto con pochi elementi, ha fatto sì che si iniziò bene e poi finì male. Senza parlare poi del fattore Covid. Quest'anno, con la preparazione fatta magari ora si sta pagando la fatica, le gambe imballate e poi si inizierà a volare fino alla fine. Almeno così mi auguro". 

 

 

tutte le notizie di