ex biancoverdi

Ignoffo: “Micovschi sarebbe l’ideale in un attacco a tre. Braglia e Di Somma? La continuità paga”

Ignoffo: “Micovschi sarebbe l’ideale in un attacco a tre. Braglia e Di Somma? La continuità paga”

Le parole dell'ex tecnico dell'Avellino, Giovanni Ignoffo, in merito ad un possibile ritorno di Micovschi in biancoverde

Marco Costanza

Intervistato da Radio Punto Nuovo, Giovanni Ignoffo, ex tecnico dell'Avellino, ha parlato di diversi temi, anche dell'ex esterno, Claudiu Micovschi che potrebbe tornare in biancoverde.

Queste le sue parole: "La gente si lamenta che i giocatori non arrivano? Anche con me arrivarono dopo che fui esonerato. Scherzi a parte, l'importante è aver dato continuità con di Somma e Braglia e aver dimostrato di avere una società solida e forte. Purtroppo dalla Serie C in giù c'è una crisi irreversibile e bisogna trovare una soluzione. Tante società annaspano, il Covid ci ha messo del suo. Bisogna fare delle riforme per salvare tanti club".

Su Micovschi:"Dovesse tornare sarebbe davvero ottimo. E' una punta esterna. Se giochi con un 4-3-3 può essere devastante. Se gioca a destra punta l'uomo e mette in mezzo, ma può anche essere devastante a piede inverso dove si accentra e tira. A tre lo vedrei bene con il piede inverso. Sarebbe un ritorno davvero interessante".

Sul girone C: "Ci sono tante grosse piazze. Poi il nome importante lascia il tempo che trova, nel senso che spesso la squadra ha solo il nime del club blasonato ma poi non è a quei livelli. Tra la D e la C ci sono due categorie di differenza. Piazze come Messina e Taranto avranno sì entusiasmo, ma poi alla fine verranno fuori altri valori. Faccio l'esempio della Turris, fece un grande girone di andata l'anno scorso, ma poi nel girone di ritorno ha quasi rischiato i playout. Lo stesso Foggia sarà un punto di domanda, è vero, è tornato Zeman, c'è Pavone, ma bisognerà capire quali uomini si metteranno a disposizione del Boemo per fare calcio. Da capire lo stesso Palermo, il Catania, che sono piazze straordinarie, ma che valore della rosa avranno. Per quello dico che il nome del club conta ma poi in campo vanno i calciatori".

tutte le notizie di