Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

Avellino, nella notte striscioni contro D’Agostino e Di Somma. Ma qualcuno ha la memoria corta…

Avellino, nella notte striscioni contro D’Agostino e Di Somma. Ma qualcuno ha la memoria corta…

Nella notte sono apparsi alcuni striscioni a Mercogliano, firmati SOUTH, che arrecano scritte contro D’Agostino e Di Somma.  Striscioni non offensivi, ci mancherebbe, ma comunque contestatori, in particolare riguardo al calciomercato. Il...

Marco Costanza

Nella notte sono apparsi alcuni striscioni a Mercogliano, firmati SOUTH, che arrecano scritte contro D'Agostino e Di Somma. 

Striscioni non offensivi, ci mancherebbe, ma comunque contestatori, in particolare riguardo al calciomercato.

Il primo, recita: "Trotta, Castaldo e Cianci. I soldi quando li sganci?", ovviamente riferito al patron D'Agostino reo di non aver fatto uno sforzo per questi attaccanti.

Ce n'è un secondo, sempre con stessa firma, dove viene anche aggiunto Di Somma e recita: "D'Agostino e Di Somma, solo chiacchiere". 

Sembrano striscioni in realtà, di basso tono, più che altro una ragazzata. Ma davvero c'era bisogno di farli? Se c'è qualcuno che parla poco, quello è proprio il patron, che non parla dalla conferenza stampa di Villa Solimene e lo stesso Di Somma, se sta parlando, in queste ore, è soprattutto al telefono per via del  mercato.

Qualcuno evidentemente ha la memoria corta. Dimentica da dove arriva questo Avellino, dalla non iscrizione del 2018, dal rischio di essere cancellati dal panorama calcistico italiano. Dalle telenovelas dei comunicati, da tanti problemi. Ora c'è stabilità, un progetto serio, una società forte, che sta costruendo una squadra all'altezza, che punta al massimo, partendo da una base solida della scorsa stagione. Finalmente c'è progettualità, parola quanto sconosciuta in passato. Senza parlare poi dello stadio nuovo.

L'attaccante? Per ora è arrivato (in via di ufficialità), Vincenzo Plescia, in doppia cifra l'anno scorso alla Vibonese. E siamo al 1 agosto, manca ancora un mese alla chiusura del mercato e a questa squadra, mancano solo una o due pedine massimo. E probabilmente saranno proprio quei top player che si chiedono, non che chi sia già arrivano non lo sia.

E sinceramente, quegli striscioni, appaiono davvero fuori luogo, visto che il tempo per lavorare ce n'è ancora e gli attaccanti, storicamente, sono i colpi più complicati e che magari si sbloccano anche all'ultimo giorno (anche Fella l'anno scorso arrivò sul gong).

Per carità, ognuno ha le proprie idee, tutti hanno il diritto di criticare, ma contestare, ad oggi, questa società, ci sembra davvero assurdo.

tutte le notizie di