Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

Riforma dei campionati: ecco come potrebbe cambiare il calcio italiano

Riforma dei campionati: ecco come potrebbe cambiare il calcio italiano

Due leghe professionistiche, da una parte la A, dall'altra B e C d'Elite insieme, poi serie C e D

Domenico Fabbricini

Il Corriere dello Sport di oggi approfondisce la proposta della riforma dei campionati, lanciata ieri dal presidente Gravina. L'idea sarebbe quella di creare due leghe professionistiche, una di A formata da 18 o 20 squadre, solo due retrocessioni in B, e una serie B sempre a 18-20 squadre, con due retrocessioni nella C d'Elite (che farebbe parte della stessa lega di B) a 16-18 squadre e due promozioni. Qui si ferma il professionismo. Sotto ci sarà l'attuale serie C, che rappresenterà però la quarta serie a 36 squadre, e una Lega di D divisa in D d'Elite (si parte a 36 per arrivare progressivamente a 54) e non Elite (si parte 130 per scendere a 112) così da riequilibrare il sistema e portarlo "a livello".

tutte le notizie di