Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

le altre di lega pro

Lega Pro, Catania con l’acqua alla gola: SIGI cerca soldi, Tacopina attacca

Lega Pro, Catania con l’acqua alla gola: SIGI cerca soldi, Tacopina attacca

Il Catania è in serie difficoltà economiche e rischia di non fare fronte alle spese per la partecipazione al campionato di Lega Pro.

redazione TuttoAvellino

Il Catania è con l'acqua alla gola. La SIGI, proprietaria del club, ha indetto una raccolta fondi per aiutare la società in serie difficoltà economiche.

Questo si associa pure alla rottura con Joe Tacopina, ex proprietario di Bologna e Venezia, per otto mesi vicino all'acquisizione del club, poi sfumata per divergenze con i soci della SIGI, e ora vicino alla Spal.

Proprio Tacopina, con una lettera, ha voluto fare chiarezza su quanto accaduto e sui problemi del Catania: "La richiesta fatta oggi da SIGI, tramite post pubblicato sui social media, chiedendo sostegno economico ai tifosi del Catania è tanto scioccante quanto rivelatrice. In questo post viene richiesto di versare del denaro in un conto corrente bancario sconosciuto, senza alcuna documentazione esplicativa di cosa si ottenga facendo tale versamento.

Tutto ciò è ridicolo ed incredibile, ma è esattamente il livello di poca professionalità con cui ho avuto a che fare da gennaio nel relazionarmi con SIGI. Inoltre, questa richiesta postata sui social media è piuttosto allarmante, in quanto solo ora SIGI ha rivelato di non avere il denaro necessario per sostenere il progetto Calcio Catania.

La notizia di oggi mi rende triste ma anche arrabbiato. Ho dedicato 8 mesi della mia vita al Calcio Catania, trascorrendo vari periodi in città, ed ho fatto tutto ciò che potevo per aiutare SIGI e Calcio Catania a sopravvivere, così che io ed i miei soci potessimo acquistare la squadra. Sono arrivato a mettere 800mila dollari senza essere proprietario solo perché volevo fare in modo che la squadra non fallisse. Ho letteralmente donato soldi al Calcio Catania, non ho ricevuto nemmeno un grazie da parte di SIGI".

tutte le notizie di