le pagelle

Avellino-Potenza 1-0, le pagelle: difesa super, Carriero on fire, D’Angelo assente

Avellino-Potenza 1-0, le pagelle: difesa super, Carriero on fire, D’Angelo assente

L'Avellino batte il Potenza con un gol di Carriero e le parate di Forte. Ecco le pagelle dei lupi.

Carmine Roca

L'Avellino vince per la prima volta in campionato grazie a un gol di Carriero e al salvataggio fondamentale di Forte sul tiro di Ricci. Ottima prova della difesa e del centrocampo, Maniero è in crescita, D'Angelo assente. Le pagelle di Avellino-Potenza 1-0.

 

Forte 7 - La parata nel finale sul tiro di Ricci vale quanto un gol ed evita all'Avellino la beffa di un pareggio immeritato. Attento già nel primo tempo sulla punizione del centrocampista e sulla sventola di Banegas nella ripresa.

Silvestri 7 - Si conferma a ottimi livelli difendendo con ordine e personalità contro la sua ex squadra. Prova di carattere, mai una sbavatura.

Dossena 6,5 - Elegante nelle chiusure, legge bene i pericoli e li sventa con i tempi giusti. Sfiora il gol del vantaggio nel primo tempo in una delle sue tante sortite offensive.

Bove 6 - È il meno appariscente dei tre in difesa, ma gioca una buonissima partita. Mezzo voto in meno per il ritardo nella chiusura su Ricci, che per poco non pareggia.

Ciancio 6,5 - Tambureggiante sulla destra, vince tutti i duelli con Coccia e quando parte palla al piede non ce n'è per nessuno. Cala alla distanza, ma non si risparmia mai.

(34' st Rizzo sv).

Carriero 7 - Rieccolo. È tornato il calciatore che abbiamo ammirato la scorsa stagione. Un rullo compressore, agita le gambe a mulinello e pressa chiunque. Sradica il pallone dai piedi di Sepe e segna il gol vittoria.

(34' st Mastalli sv).

Aloi 6,5 - Prova di sostanza, la sua. Si batte con temperamento e astuzia, evitando falli e cartellini. Molto positivo.

D'Angelo 5,5 - Il peggiore dei lupi. Spreca due volte davanti a Marcone, la seconda con una rabona poco sensata. Spesso in ritardo nelle chiusure, corre tanto, ma gira parecchio a vuota. Domenica storta.

Tito 6 - Dal suo sinistro nascono sempre cose interessanti. Corre, pressa e fa partire la manovra offensiva. Sul pezzo.

(25' st Mignanelli 5,5 - Spreca l'occasione più ghiotta della ripresa, si invola verso Marcone ma si allunga il pallone nel momento decisivo e si fa fermare dal portiere).

Gagliano 5,5 - Parte bene, poi si assenta fino alla sostituzione. Ha una buona tecnica, ma non la mette in pratica.

Messina 6 - Entra subito nel vivo del gioco, come un torello attacca la difesa avversaria a testa bassa e ogni tanto la mette in difficoltà. Bravo.

Maniero 6,5 - In crescita. Strappa un voto alto per la capacità di tenere su la squadra e di dare una mano alla difesa nei momenti cruciali dell'incontro. Sfiora il gol, che avrebbe meritato.

All.: Braglia 6,5 - Senza trequartisti torna all'antico e il 3-5-2 gli restituisce il primo sorriso stagionale.

tutte le notizie di