le pagelle

Il pagellone di fine anno di TuttoAvellino: Forte è il migliore dei lupi. Ecco il podio, promossi e rimandati

Il pagellone di fine anno di TuttoAvellino: Forte è il migliore dei lupi. Ecco il podio, promossi e rimandati

La lunga stagione dell’Avellino si è conclusa ieri sera, dopo 44 gare disputate nell’arco di dieci mesi. Comprese le sei sfide playoff, i lupi hanno collezionato 22 vittorie, 9 pareggi e 11 sconfitte, l’ultima, determinante,...

Domenico Fabbricini

La lunga stagione dell'Avellino si è conclusa ieri sera, dopo 44 gare disputate nell'arco di dieci mesi. Comprese le sei sfide playoff, i lupi hanno collezionato 22 vittorie, 9 pareggi e 11 sconfitte, l'ultima, determinante, contro il Padova in semifinale di post-season.

E ora è tempo del consueto pagellone di fine anno, determinato dai voti concessi dalla redazione di TuttoAvellino nel corso della stagione. Concorreranno alla vittoria finale i calciatori che hanno messo assieme almeno la metà degli incontri disputati (22), ma calcoleremo ugualmente la media voto di tutti gli elementi scesi in campo con la maglia biancoverde.

Ad aggiudicarsi il primo posto è stato Francesco Forte, con una media voto di 6,34. In realtà il suo collega di reparto Pane ha raggiunto una media voto superiore (6,37, ma in sole 10 gare). Il terzo portiere Leoni ha chiuso la stagione con il 5,75 accumulato nel girone di andata, non avendo mai giocato al ritorno e nei playoff.

Dietro Forte troviamo Carriero, a cui è bastato un solo girone per conquistare la seconda posizione con una media voto di 6,24. Sul gradino più basso del podio c'è spazio per Santo D'Angelo, autore di 10 gol tra campionato e playoff, e meritevole di un 6,19 finale.

Al quarto posto ecco Illanes (6,12), al quinto troviamo Salvatore Aloi e Fabio Tito a pari merito con un 6,08 di media voto. Settima piazza per Luigi Silvestri, che ha recuperato dal 5,65 del girone di andata chiudendo la stagione con una media voto di 6,07. Subito dietro Maniero, con un 6,04 e De Francesco che ha chiuso con un 6,03. Sufficienza piena, infine, per Dossena (6) e Bernardotto (6) che hanno chiuso con la stessa media voto di Laezza, che ha giocato soltanto 7 gare.

Dai promossi ai rimandati. Ciancio per poco non ha raggiunto la sufficienza chiudendo con un 5,99 finale. A seguire troviamo Rocchi (5,96), Adamo (5,92), Miceli (5,90), Rizzo (5,81), Fella (5,76) e Santaniello (5,70). Fuori classifica Marco Silvestri (5,54), Errico (5,66) e Baraye (5,75) che non hanno raggiunto il numero limite di gare disputate. Avevano chiuso con un'insufficienza Burgio (5,62, passato al Renate), Bruzzo (5,38, ceduto al Potenza) e Nikolic (5,5, rientrato in Croazia). 

tutte le notizie di