Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

le pagelle

Ternana-Avellino (5-4 d.c.r.): promossi e rimandati del match di Coppa Italia

Ternana-Avellino (5-4 d.c.r.): promossi e rimandati del match di Coppa Italia

Andiamo a vedere chi sono i promossi e i rimandati biancoverdi del match di Coppa Italia contro la Ternana.

Carmine Roca

L'Avellino esce ai preliminari di Coppa Italia fallendo due match point ai rigori: passa la Ternana, che lunedì 16 agosto farà visita al Bologna. 

Biancoverdi avanti con D'Angelo a metà primo tempo e ripresi dalla Ternana nella seconda frazione: ma sul gol di Falletti ci sono molte ombre, possibile fuorigioco del sudamericano. Le fere sono rimaste in dieci poco prima della fine dei tempi regolamentari per il rosso a Kontek (fallo da ultimo uomo su Plescia), Matera ha colpito una traversa nei supplementari, poi De Francesco, Maniero e Rizzo hanno fallito le loro conclusioni dagli undici metri, dopo che Forte aveva parato i tiri di Paghera e Capone.

Andiamo a vedere i tre promossi e i tre rimandati di oggi.

 

PROMOSSI

DOSSENA - Presenza ingombrante per Vantaggiato, che non la vede praticamente mai. Le palle alte sono tutte del gigante biancoverde, che sa valersi anche su Mazzocchi e Falletti. Ottima prova del difensore, chiamato a guidare la retroguardia irpina in questa stagione.

ALOI - Corre fino al 120' senza mai tirare il fiato. Si piazza in mezzo al campo e dirige le operazioni, non ha un piede delicato ma non si abbatte e quando la mette sulla forza difficilmente si fa sopraffare. Preciso anche dal dischetto.

FORTE - Para due calci di rigore, ma non basta ai lupi per accedere al primo turno di Coppa Italia. Attento nel primo tempo sul tiro potente di Falletti, che poi lo beffa forse in fuorigioco. Il portierone biancoverde è una certezza.

 

RIMANDATI

MANIERO - Entra nella ripresa, ma riceve pochissimi palloni per fare male alla retroguardia umbra. Ai rigori fallisce uno dei due match point spedendo il pallone contro il palo.

CARRIERO - Sradica palloni, ma commette un brutto fallo su Falletti che poteva costargli il cartellino rosso. Rimedia soltanto il giallo, ma comunque non brilla fino alla sostituzione.

MASTALLI - Braglia lo schiera titolare alle spalle di Bernardotto, ma al di là di un'iniziativa in tandem con l'attaccante non si accende mai. Sostituito a metà ripresa, da lui ci si aspetta di più.

tutte le notizie di