Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

mercato

Attaccanti, è un mercato di attesa: da Trotta-Castaldo a Micovschi, la situazione

Attaccanti, è un mercato di attesa: da Trotta-Castaldo a Micovschi, la situazione

Trotta e Micovschi aspettano fino allultima una chiamata dalla B, altrimenti potrebbero essere biancoverdi. Castaldo attende la decisione del Collegio di Garanzia del Coni di oggi

Domenico Fabbricini

E' un mercato di attesa quello dell'Avellino per quanto riguarda l'attacco. Il sogno di Salvatore Di Somma sarebbe quello di riformare la coppia Castaldo-Trotta ad Avellino, come noto da diversi giorni. I motivi sono molteplici: Trotta dopo un'incredibile ascesa dopo l'exploit di Avellino con l'approdo a Sassuolo in A, ha poi iniziato una parabola discendente e attualmente non sa se troverà ancora spazio in B. Di sicuro il Frosinone gli sta cercando una sistemazione, lui vorrebbe restare in cadetteria visto che in C non ha mai giocato, ma se non dovesse trovare di meglio potrebbe anche decidere di rilanciarsi, ancora una volta, da Avellino e magari tornare in B con la magli biancoverde. Una doppia occasione per lui e per l'Avellino per puntare rispettivamente su questo campionato e proseguire il matrimonio in B.

Ma l'Avellino non aspetta solo la decisione di Marcello Trotta: anche Micovschi, come lo scorso anno, è corteggiato dall'Avellino. Il Genoa lo ridarebbe in prestito ai biancoverdi, ma il giocatore vorrebbe, come Trotta, aspettare fino all'ultimo eventuali chiamate dalla B. Affari che quindi potrebbero sbloccarsi solo all'ultimo, o sotto la spinta dei rispettivi procuratori se si renderanno conto che in B richieste non ce ne sono. Ovviamente entrambi in C sono molto richiesti, ma entrambi in caso di terza serie darebbero preferenza al biancoverde, dove si sono trovati molto bene.

Infine il capitolo Castaldo: la piazza è divisa sul suo ritorno dopo che abbandonò la nave dopo la ripartenza dalla D, oggi ci sarà il Collegio di Garanzia del Coni che alle 16 dirà se la Casertana sarà salva o definitivamente fuori dal professionismo. Un deja vù per Castaldo che ha vissuto analoga situazione proprio con l'Avellino nel 2018: come allora la priorità è la Casertana, e solo in caso di parere negativo comincerà a guardarsi intorno. Come dicevamo ieri, non ci risultano contatti ufficiali tra l'Avellino e il procuratore del giocatore, Ernesto de Notaris, proprio perché per rispetto verso la Casertana non si vogliono mettere in piedi altre trattative fino a che non sarà certa l'esclusione dalla C. Solo allora, se l'Avellino vorrà, si potrà cominciare a trattare. Ma perché, si chiedono in tanti, puntare su un attaccante di 39 anni che appunto è mal visto da parte della tifoseria biancoverde? Perché un Castaldo libero è pur sempre un'occasione per l'Avellino, a caccia di attaccanti, conosce bene la piazza, saprebbe riconquistarla se le prestazioni dovessero essere positive e non farebbe problemi a partire dalla panchina e fornire un valido rincalzo, con la sua esperienza, a Maniero e Trotta (o chi per esso). Se la richiesta di ingaggio non dovesse essere troppo esosa, potrebbe essere un buon affare per Di Somma. In alternativa si sondano anche Mbakogu, attaccante di esperienza e col fiuto del gol attualmente svincolato, e Gliozzi, in uscita dal Monza (ma che ambisce anch'egli alla B).

tutte le notizie di