news

Ivano Pastore: “Ottimo mercato dell’Avellino. La conferma di Braglia una scelta giusta”

Ivano Pastore: “Ottimo mercato dell’Avellino. La conferma di Braglia una scelta giusta”

Le parole del direttore sportivo Ivano Pastore che parla dell'Avellino, del mercato, di Braglia e della Lega Pro

Marco Costanza

Il direttore sportivo Ivano Pastore, ex, tra le altre, della Casertana, ha parlato a Radio Punto Nuovo del mercato dell'Avellino, di Braglia, della Serie C e della riforma dei campionati.

Queste le sue parole: "Il mercato dell'Avellino al momento è ottimale. I lupi partivano già da un'ottima base, che l'anno scorso li ha portati a 2 metri da una impresa. Stanno inserendo elementi funzionali e di esperienza. Poi sarebbe importante confermare i pezzi da 90, come Aloi, D'Angelo, Dossena, Tito. Si sta completando quella rosa che ha una fisionomia di Piero Braglia. Io lo conosco, ci ho vinto un campionato da calciatore, a Catanzaro. Il mister sa come si vince. Una delle sue caratteristiche è quella che non si fa mai condizionare da quelli che sono gli umori della piazza e le aspettative. Lui sa che ad Avellino in Serie C si deve vincere e va avanti per la sua strada. Io credo che sia la persona adatta per una società che vuole vincere e vuole costruire qualcosa per il futuro. La sua conferma è stata giusta. Riesce a prendere il meglio da tutti. Lo dico io da calciatore che con lui non avevo iniziato bene il rapporto, ma poi seppe tirare il meglio da me e da tutti. Pensa molto al campo". 

Su Maniero: "Il problema fisico può capitare a chiunque. Se vediamo quest'anno la ricerca di tutti i top club di C di un attaccante l'Avellino ha fatto bene a blindarlo l'anno scorso con 3 anni di contratto e ora avere un ottimo elemento da cui ripartire. Chiaramente gli si deve affiancare qualcuno, perchè Fella è andato via, Bernardotto e Santaniello magari vogliono andare a giocare e quindi serve qualche elemento lì davanti. Però la scelta di fare un triennale è stata giusta l'anno scorso". 

Sulle altre trattative: "Il girone C è quello che storicamente si muove di più. Il Catanzaro ha dichiarato di voler vincere e si sta muovendo alla grande. Il Palermo ha dato via Lucca ma prenderà Fella e forse Cianci. Il Bari deve prima cedere qualcuno  e poi inizierà il suo mercato. Sarà un girone difficile, tante grandi piazze, occhio anche a quello che farà il Foggia con Zeman". 

Sulla Casertana: "Dispiace per quello che sta accadendo. Purtroppo la criticità di alcune società erano note e ora lo stanno pagando. Peccato per le piazze e i tifosi, purtroppo ci sono delle regole da rispettare. E poi credo sia giusto di fare questa benedetta riforma in particolare in Lega Pro, che se la sostenibilità dei club è diventata difficile, è giusto mettere dei paletti". 

tutte le notizie di