Tutto Avellino
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Maglione: “Il Bari non ha la continuità della Ternana. L’Avellino può farcela. Molto passerà per lo scontro diretto”

Maglione: “Il Bari non ha la continuità della Ternana. L’Avellino può farcela. Molto passerà per lo scontro diretto”

Le parole dell'avvocato Maglione in merito al caso Catania e sul campionato dell'Avellino

Marco Costanza

Francesco Maglione, avvocato, ex dirigente dell'Avellino, ha parlato in merito al caso Catania e ha dato la sua opinione in merito al campionato dell'Avellino.

Queste le sue parole a Radio Punto Nuovo: "Il Catania? Credo che ci possa essere una decisione da parte del tribunale, prevista per domani, sull'istanza di fallimento del Catania. Non penso che ci possa essere il timore di un nuovo Trapani. Ci potrebbe essere anche la decisione del fallimento della società ma questo non eviterebbe la decisione da parte del curatore fallimentare di poter far chiudere il campionato al Catania. Chiaro che, oggi come oggi, fallire e ripartire dalla D, è solo una stagione di inferno per poi tornare dopo un anno all'attuale categoria. Credo che anche le norme post Covid abbiano fatto sì che il Catania si sia potuto iscrivere ai campionati come lo scorso e l'attuale".

Sul campionato e l'Avellino: "Seguo i lupi sempre con grande interesse. Io faccio i complimenti a D'Agostino. Uno è perchè è determinato sul rincorrere l'obiettivo, che è il primo posto, a portata di mano. Purtroppo i playoff diventano una lotteria, abbiamo visto la scorsa stagione. Credo che questo campionato sia diverso rispetto all'anno scorso, dove c'era una Ternana che ha fatto un qualcosa di irripetibile. Ho visto il Bari l'anno scorso, e non mi convince, forse fanno fatica a calarsi nella mentalità in un campionato di Serie C. Io non mi preoccuperei del gap di 7 punti da recuperare".

Sul mercato: "Io credo che D'Agostino non lesinerà a gennaio ad intervenire sul mercato, se l'obiettivo è quello del primo posto. La stessa riconferma di Braglia la dice tanto. Il non averlo esonerato un mese fa, è stata una scelta vincente, senza farsi lasciar trasportare dal momento. Il Catanzaro, che è una rivale dell'Avellino, ne ha perse 3 nelle ultime 4. L'Avellino ha fatto qualche pareggio di troppo in casa all'inizio. Io manterrei la barra dritta. Mentre l'anno scorso la corsa alla Ternana era un miraggio, quest'anno il Bari non ha la stessa continuità. Molto passerà dallo scontro diretto col Bari, non solo per il risultato, ma anche per la fiducia che poi la squadra potrà acquisire con una eventuale vittoria".

tutte le notizie di