Criaco a TuttoAv: "Mi sento un Lupo, ad Avellino ricordi magnifici. E il derby lo vince..."

 di Pellegrino Marciano Twitter:   articolo letto 3540 volte
Criaco a TuttoAv: "Mi sento un Lupo, ad Avellino ricordi magnifici. E il derby lo vince..."

E chi se lo dimentica Leo Criaco, uomo prima e giocatore poi dalla grande determinazione e carisma. Ha conquistato così i cuori dei tifosi dell'Avellino, sudando sempre la maglia e difendendola in quell'anno e mezzo in cui l'ha indossata. Criaco è un doppio ex, avendo giocato prima a Benevento e poi in Irpinia, dove ha conquistato la promozione in Serie B a discapito del Napoli in quel derby emozionante nel giugno del 2005. E a proposito di derby, l'attuale vice allenatore dell'Agrigento esprime il proprio punto di vista. "Sarà una partita bella, nella quale entrambe le squadre vorranno portare a casa i tre punti. Una vittoria dell'Avellino potrebbe significare anche una svolta per la formazione di Novellino che ha una rosa comunque di qualità. Sono due ottime squadre. Il Benevento è spinto dall'euforia del momento, dettata dai risultati positivi, mentre per l'Avellino c'è un po' di scoramento per la posizione di classifica non ottimale".

Cosa hanno rappresentato per te queste due piazze?

"Di sicuro sono due piazze calde, simili, ma non uguali. A Benevento la prima parte non è stata positiva, poi ho chiuso bene e porto comunque con me dei bei ricordi. Avellino invece mi è rimasta nel cuore. E' stato tutto magnifico e devo ammettere che mi sento più Lupo che Stregone per il mio modo di essere. Però per i sanniti nutro ovviamente simpatia e mi auguro che possano ambire a traguardi importanti, mentre agli irpini faccio un grosso augurio per una pronta conquista della salvezza. Ne sarei estremamente felice".  

Ci racconti un aneddoto della tua esperienza ad Avellino?

"Ce ne sarebbero talmente tanti che faccio fatica a raccontarne uno. Sicuramente era bellissimo stare insieme prima delle partite davanti ad un pianoforte con Vincenzo Riccio che suonava e cantava. Era un gruppo allegro e vincente. Quando scendevamo in campo però eravamo concentrati al massimo, cambiava totalmente il nostro atteggiamento".

Il tuo pronostico per Avellino-Benevento?

"E' una gara molto più importante per l'Avellino che non gode di un'ottima posizione di classifica, ma fare pronostici non è mai facile. Facciamo così: vince l'Avellino e il Benevento verrà promosso in Serie A".