Società, nessuna novità all'orizzonte: Taccone potrebbe restare da solo al comando con sponsor a supporto

11.06.2018 15:00 di Domenico Fabbricini Twitter:   articolo letto 3527 volte
Società, nessuna novità all'orizzonte: Taccone potrebbe restare da solo al comando con sponsor a supporto

Alla fine si è realizzata l'ipotesi piu' probabile, come era nell'aria da giorni: Claudio Foscarini non ha accettato di continuare sulla panchina biancoverde, probabilmente accetterà la corte dello Spezia per restare in B (lo cercava anche la Virtus Entella). Eppure il tecnico aveva dato disponibilità a parlarne, cosa gli ha fatto cambiare idea? I motivi sono noti: il tecnico voleva maggiori garanzie societarie, chiedeva una dirigenza forte che potesse garantirgli di lottare per obiettivi piu' importanti, ma pian piano tutti i possibili soci si sono dileguati. Lombardi ha comunicato di aver rinunciato sentendosi denigrato dalla piazza irpina, D'Agostino non ha mai confermato di essere in trattativa con Taccone, Samorì nella nostra intervista ha ammesso di aver avuto solo un contatto preliminare tempo fa e forse tra alcuni giorni le parti si riaggiorneranno. La realtà è, quindi, Taccone ancora da solo al comando, con possibilità economiche chiaramente ridotte. E questo non è quello che chiedeva Foscarini.

Il che non vuol dire che, tecnicamente parlando, l'Avellino non posso costruire una squadra capace di disputare un buon campionato, a volte i risultati sul campo sfuggono alle previsioni logiche e non sempre vanno di pari passo con gli investimenti effettuati. Ma non c'erano a detta di Foscarini le adeguate garanzie societarie. E allora ecco Marcolini, un allenatore emergente, alla sua prima esperienza in B che ovviamente accoglie con entusiasmo l'opportunità datagli da Taccone, mettendo in campo tutto l'entusiasmo di un esordiente.

Cosa attendersi quindi a livello societario? A meno di un'entrata in extremis di un nuovo socio (che non sembra esserci all'orizzonte al momento), si assisterà al solito copione, con Walter Taccone da solo al comando supportato da qualche sponsor forte. Confermata la presenza della Sidigas, al suo secondo anno da main sponsor in un contratto triennale da 1,5 milioni totali; la novità potrebbe essere il ritorno di Gubitosa in veste di sponsor con la presenza del logo HS sulle nuove divise in posizione minore, magari sui pantaloncini o sulla parte alta del petto. Piu' i classici sponsor a bordo campo e su tabelloni. Un aiuto economico a Taccone che resta unico socio quindi, piu' che un nuovo socio di maggioranza che si faccia carico delle incombenze piu' pesanti. Si farà il meglio possibile, sapendo comunque di poter partire da un parco calciatori di proprietà da puntellare dove serve.