Primo ko interno della stagione per la Scandone che crolla 61 a 94 contro la Virtus Cassino.

Partita mai messa in discussione al DelMauro, laziali in palla e precisi dalla lunga distanza con il duo Lestini-Grilli che solo nella prima frazione mette a referto 37 punti. Avellino non ha mai trovato il bandolo della matassa e le assenze di Trapani, non convocato e di Riccio, forfait dell'ultima ora hanno pesato non poco. Il primo wiarto vede Cassino avanti 13-32.

I secondi 10 minuti vedono gli ospiti trovare in Teghini l'uomo in più, i rimbalzi di Visnic e gli errori al tiro più le palle perse di Avellino hanno fatto la differenza. De Gennaro è una furia ed al 20esimo è 33-62.

Terzo quarto horror per i lupi del basket. La Scandone metterà a referto solo 9 punti e quasi tutti griffati Ani che sarà l'unico al 30' ad arrivare in doppia cifra. Lestini, Grilli, Teghini e Fioravanti sono immarcabili e Cassino sembra Miami al tiro da tre. Lestini si conferma un top player e spinge verso la vittoria i laziali già al 30'. 42-76.

Si gioca solo per le statistiche nell'ultimo quarto. Sousa e Monina a referto. Vettese ruota il roster e inserisce Gambelli e Manoijlovic. Doppia cifra per Sousa e Brunetti che con quattro liberi almeno mette a posto il tabellino personale. Troppo brutta per essere vera questa Scandone. Finisce 61-94.

Sezione: Basket / Data: Dom 17 gennaio 2021 alle 19:36
Autore: Alfonso Marrazzo
Vedi letture
Print