Bucaro: "Costretti a vincere sempre. Siamo convinti di poter vincere il campionato"

11.03.2019 11:10 di Ugo De Mattia  articolo letto 1180 volte
Bucaro: "Costretti a vincere sempre. Siamo convinti di poter vincere il campionato"

Nel corso della trasmissione 0825, in onda su OttoChannel è intervenuto l'allenatore dell'Avellino Giovanni Bucaro, che ha fatto il punto della situazione in vista della volata promozione che vede coinvolto anche l'Avellino: “Dobbiamo cercare di ottenere il massimo al di là della prossima partita che giocheremo. Siamo costretti a vincere, sempre, a prescindere dal Lanusei, dal quale dobbiamo cercare di recuperare punti. La classifica è autoevidente. Staremo fermi molti giorni e se è un vantaggio lo dirà il campo. Il lato positivo è che riusciremo a recuperare qualcuno che ultimamente non era stato benissimo come Carbonelli, Dondoni. L'altra faccia della medaglia è che stavamo bene e sarebbe stato meglio giocare subito senza interrompere la nostra striscia positiva".

Più lontano il rientro di Rizzo: "Ha un'infiammazione a un ginocchio, sembrava risolvibile in un tempo più breve, ma quando inizia a correre si deve fermare per il dolore. Aveva esordito a Cassino e si è dovuto subito fermare, poi è stato a Catania per qualche problema familiare. Mi ha fatto piacere rivederlo dopo una settimana, in occasione dell'amichevole contro la Juniores.”

Stessi punti in casa. La differenza tra Avellino e Lanusei è tutta in trasferta: “Dall'inizio del campionato, a oggi, il rendimento in trasferta è chiaramente determinante a favore del Lanusei. E poi in casa, e fuori casa, hanno perso solo una partita nel girone di ritorno. Faremo il massimo per avvicinarci il più possibile all'attuale capolitsta. Abbiamo l'obbligo di provarci, poi tireremo le somme a fine campionato: a 8 giornate dalla fine del campionato può succedere ancora di tutto".

La squadra crede nella vittoria del campionato: "Siamo convinti al cento per cento di poter vincere il campionato, ma rispetto al Lanusei non possiamo sbagliare nulla. Dobbiamo vincerle tutte, se poi, alla fine, il Lanusei sarà avanti li applaudiremo. Noi cerchiamo sempre di fare il massimo, ma il calcio è così: non sempre riesce ciò che vuoi fare, ci sono anche gli avversari. Abbiamo migliorato molto il nostro score nelle ultime giornate, non ci resta che non sbagliare più nulla da qui alla fine.”

Ma ora solo testa all'Aprilia: "E' una delle squadra partite per vincere il campionato. Hanno gente come Corvia, De Sousa, Rosania, Olivera e Patti. Non hanno avuto un percorso all'altezza delle aspettative, ma come organico sono superiori anche a chi gli è davanti. Vorranno fare una partita super contro di noi: il rinvio della partita, in tal senso è significativo. Io lo trovo eccessivo, ma, evidentemente, ci tengono tanto a venire a fare la partita dell'anno. E noi dobbiamo essere pronti a questo tipo di atteggiamento da parte degli avversari.”