Il presidente dell'Avellino, Angelo Antonio D'Agostino, ha parlato a Radio Punto Nuovo dell'ufficialità della fine della stagione in Serie C al 2 maggio e della questione nuovo stadio, oltre che della gara con la Ternana. 

Queste le sue parole: "Il consiglio direttivo si è concluso, con il campionato di Serie C che slitterà e finirà il 2 maggio, con la speranza che non ci siano altri problemi e che si finisca entro questa nuova data. Ghirelli è preoccupato sul come svolgere i playoff e quindi bisogna stare in campana e navigare a vista come sempre. Bisogna stringere i denti fino all'ultimo, purtroppo non finisce questa storia del Covid. La speranza è che il periodo peggiore del Covid sia passato". 
Sulla Ternana: "Si siamo alla resa dei conti, con Ternana e Bari in una settimana. Noi andremo a Terni a fare la nostra partita e non gradirei che festeggiano proprio contro di noi. Hanno meritato di vincere il campionato, sono i più forti ma non mi piacerebbe vederli festeggiare proprio in faccia a noi. Io voglio andare lì e rovinare la festa, nel senso buono del termine. Noi dobbiamo fare la nostra gara, come siamo abituati a fare. Noi abbiamo sempre fatto bene con altre squadre top nel girone di ritorno e sono fiducioso, anche se abbiamo delle carenze in organico, i positivi e qualche infortunato. Però andremo a Terni non certo per andare ad assistere alla loro festa". 
Sullo stadio: "Come ho detto in altre intervista eravamo pronti per il 19 marzo a presentarlo ma il 20 marzo fu approvata la nuova legge sugli stadi che andrà in vigore dal 3 aprile e quindi abbiamo dovuto fare delle modifiche al progetto e quindi stiamo lavorando per adeguarci, ma entro fine mese presenteremo la nostra proposta definitiva e poi partirà tutto l'iter organizzativo". 
 

Sezione: Copertina / Data: Gio 01 aprile 2021 alle 16:15
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print