Nobili decadute: l'Avellino su Sky. Da Mauriello a Bucaro e Di Somma un coro unanime: "Torneremo dove meritiamo"

08.01.2019 13:22 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 2592 volte
Nobili decadute: l'Avellino su Sky. Da Mauriello a Bucaro e Di Somma un coro unanime: "Torneremo dove meritiamo"

E' andato in onda oggi, come anticipato ieri, su Sky Sport 24 la puntata dello speciale sulle nobili decadute dedicato all'Avellino e a come sta ripartendo dalla D. Passando per le immancabili immagini della serie A, del terremoto, fino ad arrivare al fallimento di questa estate e alla nuova proprietà, la Sidigas. Francesco Modugno, storico inviato del Napoli, ha spiegato come il Lupo sta rinascendo intervistando i protagonisti del nuovo capitolo Avellino.

"Il calcio è un nuovo tassello della famiglia Sidigas, che ha dimostrato già nel basket cosa può fare per questa terra - ha detto il presidente Mauriello -. Metteremo in campo le nostri migliori forze per realizzare il nostro progetto, ovvero attenzione al settore giovanile, alle infrastrutture e al calcio femminile".

"Qui si respira calcio in ogni angolo della città  ha aggiunto l'attaccante Ferdinando Sforzini -, io ci ho già giocato nel 2009, conoscevo la piazza e quando c'è stata la chiamata non ho avuto esitazioni nell'accettare, pur giocando in D. Una categoria che non compete a questa piazza e questi colori".

Spazio anche a Mario Dell'Anno, presidente dell'Associazione "...Per la Storia..." che ha raccontato la vicenda della salvaguardia del logo: "Noi tifosi ci siamo sempre stati, nel primo fallimento del 2009, in quello di quella estate, ma soprattutto nel marzo 2013 quando ho acquistato lo storico logo e denominazione. Grazie a ciò, qualunque cosa accada, noi ci chiameremo sempre US Avellino 1912".

Mister Bucaro si è mostrato ottimista sulla stagione: "E' come essere tornati a casa, con tifoseria tra le migliori in Italia. il problema è giocare in una categoria non consona a questi colori ma faremo il possibile per portare questa città dove merita di giocare".

Chiusura dedicata a Salvatore Di Somma, ex capitano in serie A: "Spero di cuore che questa squadra possa tornare nel calcio che conta perchè la gente lo merita ampiamente".