Ezio Capuano è atteso domani dalla Procura Federale. Il tecnico è stato convocato per un'audizione dall'organo giudicante a causa delle dichiarazioni pronunciate al termine della gara Avellino-Ternana, di Coppa Italia.

Dichiarazioni pesanti, secondo la Procura Federale, riservate contro la terna arbitrale dell'incontro e, in particolar modo, pur senza fare nomi, della guardalinee di Latina, Veronica Vettorel, colpevole di avere fatto annullare il gol del pareggio di Illanes e di non avere assegnato, precedentemente, un calcio di rigore per un fallo commesso su Charpentier. 

Capuano disse che "La terna arbitrale andrebbe fermata per due anni" e parlò di "furto". In caso di deferimento e di successiva condanna, Capuano rischia un massimo di tre giornate di squalifica e un'ammenda pecuniaria. 

Il 23 gennaio, invece, a presentarsi a Roma sarà l'ex presidente dell'Avellino, Claudio Mauriello, che dovrà rispondere della mancata presentazione di una serie di documenti che attestavano la continuità aziendale dovuta al passaggio da SSD a Srl. In questo caso, il rischio è di subire un'ammenda. 

Sezione: Focus / Data: Mer 15 gennaio 2020 alle 17:37
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print