Il direttore sportivo, Ezo De Vito, ha le idee chiare sul nuovo percorso dell'Avellino targato 2014/15: “Chi non vuole restare, può uscire dalla famiglia Avellino. Ho detto ai ragazzi che devono avere rispetto per questa proprietà e questa piazza. Se i calciatori vecchi e nuovi pensano che possono fare e dire ciò che vogliono sui social network si sbagliano perché da oggi chi sbaglia va via perchè dovranno rispettare società, staff tecnico e tifosi. Così si inizia il nuovo corso. Saranno confermati Pisacane, Schiavon, D’Angelo, Arini, Castaldo, che questa mattina ha rinnovato con un triennale. Da valutare la riconferma di Bittante e Seculin, due buoni giocatori, se vorranno rimanere ben venga, altrimenti potremo pescare giovani altrettanto bravi come loro.

Gli altri si troveranno un'altra sistemazione, ma secondo il nostro avviso possono avere maggiore minutaggio se impiegati in altre squadra. Questioni comproprietà: Zappacosta torna all’Atalanta, Izzo stiamo valutando con il Napoli, con Bittante, con calma, se riteniamo che possa far parte di questo progetto, rinnoveremo la comproprietà. Rispetto allo scorso anno, abbiamo uno zoccolo duro cioè dei giocatori che non sono più scommesse su cui giostrare. Le società sanno che, grazie al lavoro del mister, mandare un loro giocatore ad Avellino è come mandarlo in un laboratorio. Non sarà semplice, ma il nostro compito sarà quello di prendere dei calciatori funzionali sapendo che il nostro appeal è diverso”.

Sezione: Focus / Data: Ven 06 giugno 2014 alle 12:13
Autore: Redazione Web
vedi letture
Print