Intervistato da Il Mattino, l'ex allenatore della Ternana, Fabio Gallo, attualmente svincolato, ha parlato della situazione del girone C di Serie C, parlando dell'Avellino e in particolare della capolista Ternana, squadra che ha allenato fino a luglio, ora dominatrice del girone. 

Queste le parole di Gallo: "La Ternana non mi sorprende. Già l'anno scorso avevamo un potenziale umano e tecnico importante. Ci mancava un pò di continuità, la Reggina volava, fece cose straordinarie, noi purtroppo perdemmo diversi punti. Ma la potenzialità erano evidenti. La classifica, al di là delle gare da recuperare, sottolinea la verità in questo girone C. La Ternana è la più forte in questo momento. Sta avendo una grande continuità di rendimento e ha vinto le ultime due partite in maniera straordinaria, con Teramo e Bari. Inoltre, non avere positivi al Covid sta aiutando le Fere. Anche quando c'ero io, ricordo che le attenzioni al protocollo erano maniacali. Non mi sorprende quindi che si era arrivati a tanto". 

Le antagoniste: "Possono essere due. Una è il Bari, che ha un potenziale assoluto e che può fare la differenza in qualsiasi momento. L'altra secondo me è l'Avellino. I lupi mi hanno impressionato favorevolmente, hanno un grande allenatore. Hanno dovuto saltare diverse gare causa Covid ma credo che possano essere protagonisti. Non sarà facile ora per loro recuperare le gare in poco tempo, ma hanno un grande potenziale".

Tornare in campo sarà difficile: "Si, non giocano da un paio di settimane, si sono allenati in maniera sporadica, quindi non dico che sarà come lo scorso lockdown ma quasi. Confido nell'esperienza di Braglia che può certamente far emergere tutto il potenziale della squadra, ma non è un mago". 

Sezione: Focus / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 14:04
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print