San Tommaso, Liquidato: "Vittime di torti arbitrali. Stadio? Trattati da zingari, mi sento offeso..."

12.10.2019 12:05 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
San Tommaso, Liquidato: "Vittime di torti arbitrali. Stadio? Trattati da zingari, mi sento offeso..."

Stefano Liquidato, tecnico del San Tommaso, è carico per la sfida di domani contro la Palmese: "In questa settimana abbiamo cercato di lavorare sulla testa dei ragazzi, perché perdere una partita sul campo dell'Acireale al 94' può lasciarti qualcosa di negativo. Ho visto i miei calciatori concentrati e ci aspetta una gara importante contro la Palmese. Sapevamo che il calendario all'inizio non sarebbe stato semplice, poi ci siamo rovinati la vita perdendo contro il Troina. Ad Acireale non ci hanno dato due rigori e loro hanno segnato in fuorigioco, non sono impazzito nel post-gara, qualche torto lo abbiamo subito ad Acireale, ma pure contro il Troina. Mettiamo da parte queste prime sei giornate, forse abbiamo toppato solo la partita contro il Giugliano, nelle altre ci siamo fatti del male da soli. Le assenze sono importanti, ma sono dell'idea che la rosa è competitiva e i sostituti possono fare bene".

Sulla querelle stadio: "Da parte mia, posso dire che sono un umile lavoratore, ma appoggio in pieno le parole della nostra società. Ci siamo ritrovati senza un campo dove giocare, noi che siamo la seconda squadra di Avellino. So che contro il Troina abbiamo avuto il benestare dell'Avellino alle 16 del giorno prima e abbiamo rischiato di perdere a tavolino. Mi sento offeso anche io. L'accordo sulle cifre non sta a me dirlo, ma da irpino e baianese doc avrei voluto che il San Tommaso avesse le stesse possibilità dell'Avellino e giocare al Partenio-Lombardi. Giocheremo a Montemiletto, a porte chiuse, e questo non fa bene al calcio, al San Tommaso e alla città di Avellino. Questa è una società venuta fuori dal nulla, che va coccolata e portata in salvo anche dalle istituzioni. Siamo dei zingari della provincia. Ci siamo allenati al Roca, abbiamo giocato ad Avellino, ora andiamo a Montemiletto e qualcosa perdiamo per strada".