La Viterbese aspetta l'Avellino e urla contro gli arbitri: "Stanchi di perdere punti e partite per colpa loro"

25.11.2019 17:44 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
La Viterbese aspetta l'Avellino e urla contro gli arbitri: "Stanchi di perdere punti e partite per colpa loro"

La Viterbese aspetta l'Avellino (si gioca domenica alle ore 17.30, a Viterbo) e intanto urla contro gli arbitri. Il club laziale ha emesso un lungo comunicato stampa per protestare contro gli errori commessi dai direttori di gara, elencando le partite in cui è stata penalizzata. 

"La Viterbese Castrense è stanca di perdere partite e punti per errori arbitrali. Non vuole di certo mettere in dubbio o sollevare sospetti sulla buona fede ed imparzialità dei direttori arbitrali, ma chiede legittimamente, anzi, pretende, maggior attenzione e competenza.
Non è consuetudine di questa Società e Dirigenza alzare i toni o indire proteste eclatanti; ma perché queste parole lascino un segno e non vengano dimenticate troppo in fretta, la stessa ha deciso di indire un silenzio stampa dirigenziale da qui a domenica 1 Dicembre.
Stiamo preparando un dossier che presenteremo in Lega e all’AIA comprendente di video e immagini relative ai tanti e troppi episodi.
Di seguito riportiamo solo alcune delle disattenzioni arbitrali che sono costate punti preziosi alla Viterbese:

* BARI – VITERBESE gara di campionato: Rigore contro inesistente

* CATANIA-VITERBESE gara di campionato: Rigore contro per fallo di mano inesistente

* TERAMO - VITERBESE gara di campionato: Rigore contro inesistente

* POTENZA – VITERBESE gara di campionato: Rigore non concesso

* VITERBESE - TERAMO gara di Coppa Italia: Gol viziato da controllo con il braccio

* VITERBESE-CAVESE gara di campionato: gol in fuorigioco e rigore non concesso

* TERNANA-VITERBESE gara di campionato: fallo non fischiato su azione del gol che ha deciso la partita

Con educazione e doveroso ossequio alle Istituzioni arbitrali e federali, ma anche con fierezza e determinazione nel rispetto dei colori e della città che ci onoriamo di rappresentare".