Anche in casa Turris si è commentato l'interruzione della gara tra Avellino e corallini. “Forse è un segno del destino - ha detto il presidente Antonio Colantonio -. Significa che la Turris, dopo 20 anni di attesa, vuole debuttare tra le mura amiche. Giusto non riprendere il gioco, il campo era impraticabile e a mio avviso la gara non doveva proprio iniziare. Il pallone non rotolava, sarebbe stata sicuramente una gara falsata”.

Dello stesso avviso anche il dg corallino Rosario Primicile: “Non era giusto nemmeno iniziarla questa gara. Paradossalmente il campo sembrava in migliori condizioni quando l’arbitro ha preso la decisione definitiva, piuttosto che al fischio d’inizio. I primi minuti non fanno testo, quindi mi sembra azzardato un giudizio su entrambe le squadre. Turris rimandata alla prossima settimana”. 

Sezione: L'Avversario / Data: Dom 27 settembre 2020 alle 19:30 / Fonte: Tuttoturris.com
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
Vedi letture
Print