Sono passati 19 anni da quello storico 24 giugno 1995, quando Avellino invase pacificamente Pescara per giocarsi la finale playoff contro il Gualdo. Diecimila avellinesi che suscitarono la sorpresa di molti pescaresi, vedendo tante sciarpe biancoverdi in città, e che colorarono l'Adriatico per un'emozione unica. Sugli spalti fu vera sofferenza, con gli umbri in vantaggio per primi con Tommassini e l'Avellino capace di riacciuffare il pari grazie a un rigore di Carmine Esposito.

CI vollero i rigori per decidere chi sarebbe stato promosso in B, e un grande Marco Landucci capace di fermare il rigore decisivo e regalare la B ai Lupi. Un'emozione indescrivibile e un'esplosione di gioia per i tanti irpini in festa da Pescara ad Avellino.

Sezione: News / Data: Mar 24 giugno 2014 alle 11:45
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
vedi letture
Print