Tragedia a Lecce accaduta in serata. In un appartamento è stato trovato morto assassinato l'arbitro Daniele Se Santis, 33 anni. Insieme a lui, ritrovato il corpo di una donna, Eleonora Manta, coetanea del fischietto leccese. I due cadaveri sono stati ritrovati in una pozza di sangue: le vittime sono state aggredite da ripetute coltellate. 

Secondo quanto riportano testate nazionali, le forze dell'ordine sono alla caccia di un uomo che sembra sia stato identificato da alcuni testimoni, che avrebbero visto questa persona scappare con un coltello in mano e si allontanava dall'appartamento in questione. Sembrerebbe una lite finita in tragedia, ma ovviamente le indagini sono appena iniziate. La città è stata disseminata di posti di blocco delle forze dell'odine per cercare di rintracciare il killer. 

Daniele De Santis, 33 anni, era un arbitro con una grande esperienza in Serie C. La scorsa stagione anche la prima chiamata in B per fare da quarto uomo in Pisa-Benevento. Ben 18 invece le gare arbitrate in Serie C, tra cui la prima, la sfida tra Avellino e Catania finita 3-6, che dava inizio al campionato 2019-20. 

Una notizia che ovviamente ha sconvolto gli addetti ai lavori e chi conosceva il ragazzo, ucciso in circostanze da chiarire. 

Sezione: News / Data: Mar 22 settembre 2020 alle 00:21
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print