Il campionato di Serie B si conferma "serbatoio" di speranze calcistiche italiane. La svolta tecnico-culturale, partita nella passata stagione, conferma importanti segnali rivolti in questa direzione. Secondo una statistica condotta dalla Lega Serie B, nelle prime due giornate del campionato, la percentuale dei calciatori italiani in campo ha raggiunto il 75,9 per cento: in altre parole, tre giocatori su quattro, fra quelli schierati, sono italiani. La statistica considera i giocatori scesi in campo nelle prime due giornate e anche per un solo minuto.

In testa a questa graduatoria "l'italianissimo" Cittadella che schiera il 100 per cento di calciatori nostrani, seguito dal 96,4 per cento del Trapani. Il Bari del nuovo corso ha schierato 23 italiani su 28 (82,1 per cento), il Bologna 19 su 28 (67,9 per cento). Anche la capolista Perugia è ferma a 19 su 28 (9 su 14 nella 2/a giornata). Dopo Cittadella e Trapani, il primato delle squadre con più italiani in campo spetta ex aequo a due laziali, Frosinone e Latina (che nell'unica gara fin qui disputata, ha schierato ben 13 italiani), con il 92,9 per cento.

Sezione: News / Data: Lun 08 settembre 2014 alle 16:12 / Fonte: legaserieb.it
Autore: Carmine Roca / Twitter: @carm_roca
vedi letture
Print