basket

La Scandone retrocede in C Gold: Pozzuoli espugna il DelMauro 65-72 e si salva

La Scandone retrocede in C Gold: Pozzuoli espugna il DelMauro 65-72 e si salva

La partita delle partite per la Scandone. Arriva la Virtus Pozzuoli di Gentile. Avellino a caccia della vittoria per non morire e retrocedere in C Gold. La partita – Monina, Marra e  Ani piazzano il 5-0 dopo 2’. Virtus in panne in...

Alfonso Marrazzo

La partita delle partite per la Scandone. Arriva la Virtus Pozzuoli di Gentile. Avellino a caccia della vittoria per non morire e retrocedere in C Gold.

La partita - Monina, Marra e  Ani piazzano il 5-0 dopo 2’. Virtus in panne in avvio e  Avellino griffa l'11 a 2 con Sousa. Cecchetti si pende il pitturato, poi è  Gueye che inizia a martellare da tre. Monina spezza la voglia di rimonta dei puteolani, altra tripla di Gueye. Tmeout Robustelli. Poi arrivano i punti di Cecchetti. Marra in contropiede allunga ma Gaye riporta ad un solo punto i puteolani. Al 10' è 17-16.

Nel secondo periodo, la Virtus pizza subito un brek di sei a zero con Forte e Balic. E' 17-22 al 12'. Forte piazza un'altra brek. Nove a zero per i ragazzi di Gentile. Avellino si ritrova con Ani, poi il vuoto cosmico. I napoletani ne approfittano con Balic e Cecchetti che affossano la difesa irpina. Monina e Costa spingono Avellino sul 27 a 33 al 16', poi è ancora il capitano a completare la rimonta, lupi a meno uno. La Virtus rimette il naso avanti con Gaye. Riccio c'è.. Questa volta è la Scandone ad andare in vantaggio sul 40 a 38 a due dal termine del primo tempo. Negli ultimi 120' Caresta e Cecchetti siglano il 40-43.

La Virtus piazza subito un 5 a 0 di parziale ed arriva a più 8. Costa e Ai spingono Avellino, ma la Virtus non ha voglia di soffrire e si iscrive a referto con Savoldelli e Gye. Sousa finalmente mostra sprazzi di grande basket. Da solo, l'ala italo-brasiliana mette a referto sei punti. Avellino c'è. Gentile chiama timeout. I partenopei rivolano a tre possessi di vantaggio a due dal termine, ma capitan Riccio si mette in proprio e avvicina i lupi alla Virtus Al 30' è 53-55. 

Nell'ultimo quarto regna l'equilibrio più assoluto fino al 38esimo. Solo all'inizio del periodo Bordi con la tripla in casa Virtus ha dato l'impressione di dare lo strappo al match. La palla scotta per entrambi i roster, Costa e Riccio sono i due uomini in più per Avellino che arriva a toccare la parità sul 65-65. Poi le triple di Gueye ed il sette a zero di parziale finale di Savoldelli e Caresta hanno sancito la salvezza della Virtus e la retocessione della Scandone che torna in C Gold dopo oltre 25 anni.