A commentare il successo dell'Avellino in casa con il fanalino di coda Cavese, il tecnico biancoverde, Piero Braglia. 

Queste le sue parole: "Noi per mezz'ora abbiamo fatto bene. Dopo la loro occasione dove è stato bravo Forte, abbiamo avuto paura e abbiamo arretrato il baricentro. Potevamo chiudere la gara e non facendolo poi diventa difficile e si rischia anche di pareggiarla. Dobbiamo dare tutti di più, chiudiamo però con 31 punti il girone di andata al terzo posto, e dopo tutto quello che abbiamo passato, è un grande risultato. Uno che ha lavorato per 45 giorni in 6 contro 6, con gente che aveva il Covid, con chi era infortunato, non riuscivamo a lavorare su nulla a novembre e poi a dicembre abbiamo fatto 10 gare in 4 settimane. Non è stato facile. Poi a centrocampo se recuperiamo al top De Francesco ed Errico, aggiungiamo qualità, oltre ai vari Carriero ed Illanes. Sicuramente sappiamo che il gioco va migliorato, e su questo lavoreremo. Pareggio più giusto? Non voglio fare polemiche con Campilongo, abbiamo vinto, ognuno la pensa come vuole e mi tengo i 3 punti stretti. Il calcio è bello per questo. Illanes? Mi è piaciuto in settimana e mi ha convinto e l'ho messo dall'inizio, così come mi era piaciuto Santaniello e l'ho inserito dal primo minuto. La squadra non è cattiva? Non sono d'accordo, probabile che se oggi giocavamo con la Ternana e il Bari avremmo visto un Avellino più cattivo. Oggi abbiamo segnato subito e magari il gol immediato ci ha fatto essere meno cattivi dall'inizio. Chiudiamo con 31 punti, io sono soddisfatto e andiamo avanti così". 
 

Sezione: Copertina / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 20:05
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print