Massimo Rastelli, allenatore dell'Avellino, ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria contro il Taranto. 
Queste le sue parole: "Ero molto tranquillo per quello che può essere un allenatore che viene da due sconfitte. A Picerno abbiamo perso perchè avevamo speso tantissimo in Coppa Italia  e non eravamo i soliti. Oggi siamo stati bravi, abbiamo concesso veramente poco, siamo stati aggressivi, determinati, è vero che abbiamo sbloccato la gara su due rigori, ma abbiamo fatto 4 gol e potevamo farne altri. La gestione della settimana è stata giusta, avevamo tanta pressione, ho cercato di monopolizzare tutte le pressioni su di me e volevo lasciare la squadra tranquilla e sono contento". 
Su Casarini, Murano e Russo: "Ho analizzato le caratteristiche degli uomini quando li ho difesi a spada tratta. Al netto delle assenze, i 4 difensori che hanno sempre giocato ultimamente e oggi me lo hanno confermato. Sto cercando di far funzionare anche il centrocampo e l'attacco come il reparto difensivo. Già da tempo pensavo a inserire Casarini come mediano davanti alla difesa e sbloccare quindi Matera, completando il reparto con la freschezza e la sfacciataggine di Maisto. Murano ha sorriso dopo il gol, sono felice, è stato bello vedere tutta la squadra che è andato ad abbracciarlo ed è bello ritrovarlo perchè è un patrimonio della squadra". 
Sul Taranto: "Sapevamo che avrebbero aggredito e lanciato palla in avanti. Siamo stati bravi a concedere poco, abbiamo fatto bene, io sono sempre molto critico perchè mi piace la perfezione, ma oggi mi sono divertito perchè abbiamo giocato bene e ho visto la squadra messa bene in campo". 
Rilancio di giocatori: "Dal primo giorno ho dimostrato che guardo alla compattezza del gruppo, non guardo alla carta d'identità, se uno ha 18 anni o 40 anni.

Poi è chiaro che il 22 dicembre ci siederemo e vedremo cosa fare a gennaio, ma c'è tempo, oggi mi godo la mia squadra e un gruppo determinato". 
Su Trotta: "So benissimo che la sua posizione da seconda punta è la migliore, quando gioca tra le linee e con una punta centrale al fianco. Però a Crotone, in Serie A, questo ruolo lo ha fatto, si cerca sempre quella mattonella, oggi è sempre stato dentro la partita. Si è preso le responsabilità di due rigori e ha coronato la prestazione".
Su Illanes: "Avendo Ricciardi fuori può essere una alternativa, anche perché Julian ha fatto l'esterno alcune volte. E' stato anche un esperimento e vedremo in futuro". 
Sul derby con la Juve Stabia: "Sì archiviamo la gara di oggi, ci prendiamo i 3 punti e ora testa al derby contro un'ottima squadra. Ci attenderà una ennesima prova di consapevolezza e determinazione. Non avremo molto tempo per prepararla, quindi valuteremo un po' le energie come saranno per mettere la migliore squadra possibile in campo. E' una squadra costruita molto bene, con giocatori di esperienza, e giovani di prospettiva. E' una squadra che gioca bene e sarà una gara difficile da affrontare". 
Sugli episodi: "Il primo era un fallo di mano nettissimo e anche il secondo era un rigore netto perché Russo è stato scalciato da dietro. Sono stati epidosi importanti, abbiamo creato tanto abbiamo fatto bene". 

Sezione: Copertina / Data: Dom 27 novembre 2022 alle 17:13
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print