Fabio Brini, ex portiere dell'Avellino e ora allenatore, a Sportchannel analizza il campionato di C: "Se guardiamo i nomi delle squadre che partecipano possiamo parlare di una sorta di serie B: Palermo, Trapani (anche se non si sa cosa succederà), Juve Stabia, Bari, derby campani, è un campionato molto difficile. Se qualche anno fa forse il girone A era avanti, quest'anno il girone C è il piu' difficile. L'Avellino ha una tradizione importante, un bel pubblico, cercherà di tornare nella categoria che gli compete. Penso che stiano facendo buone cose, il mercato è ancora aperto e tutte le situazioni si possono evolvere. Non è detto che prendere dei giocatori forti sia sinonimo di risultato, ci sono tante componenti.

Io arrivai ad Avellino con il compiuto di far crescere Taglialatela e poi Amato, quando c'è stata la necessità sono entrato e ho dato anche il mio contributo, ho sempre avuto un bel rapporto con la gente, in qualsiasi momento ho cercato di aiutarli".

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 14:20
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print