Vincenzo Riccio, ex calciatore dell'Avellino e ora titolare dell'omonima scuola calcio, a Sportchannel parla della vittoria dell'Avellino e dell'aggressione subita sabato da Giuliano Capobianco: "Si intravedono molte cose positive, la squadra sta venendo fuori. Ho visto la sintesi della partita, fa piacere che l'Avellino si sia ripreso, da fuori abbiamo anticipato troppo i giudizi forse. L'aggressione? Purtroppo secondo me negli ultimi anni la situazione è anche peggiorata nelle scuole calcio, i genitori sono fuori controllo, i ragazzi non devono fare per forza i calciatori. Chi ha fatto calciatore sa quanta melma bisogna mangiare per arrivare a certi livelli, se mio figlio vuole giocare a calcio, si deve conquistare tutto come hanno fatto i vari Voria, Parisi, Riccio, ecc.

Non esiste che oggi deve giocare un ragazzo perché il papà è imprenditore e pensa che con i soldi può comprare la felicità del figlio. Nel calcio funziona in maniera diversa. Sentirò a breve Capobianco per fargli sentire la mia vicinanza, io sono stato esempio di una situazione incresciosa l'anno scorso con la Juve Stabia con un genitore, lo capisco bene quindi".

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Lun 03 ottobre 2022 alle 13:50
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
vedi letture
Print