Il tifoso storico della Curva Sud, Franco Iannuzzi, ai microfoni di TA ha spiegato ai tifosi biancoverdi e non la scelta di aderire per la prossima stagione alla tessera del tifoso: «Il calcio purtroppo è cambiato e noi dobbiamo adeguarci alle regole che, anche alla luce dei fatti di Roma, rischiano di diventare ancora più rigide. Non farlo vuol dire rischiare molto in termini non solo di diffide, ma anche di denunce penali e spese legali altissime, non sopportabili da chi, come noi, non vive certo una condizione economica facile. Chi dice che abbiamo tradito coerenza e mentalità ultras forse non sa che quasi tutte le tifoserie italiane hanno sottoscritto la tessera.

Perchè solo così si può seguire la propria squadra del cuore in casa e fuori. E l'Avellino ha bisogno di noi e del nostro sostegno anche in trasferta».

Sezione: Focus / Data: Mer 25 giugno 2014 alle 09:45
Autore: Redazione Web
vedi letture
Print